Ultim'Ora

Teatro. Ironia sulla malasanita" con Nicola Pignataro al Teatro Di Cagno

Ironia sulla malasanitò di Nicola Pignatare (foto M.C:) ndr.

di Maria Caravella

BARI, 12 APR. - Tante risate e simpatica ironia al Teatro Di Cagno di Bari; in scena Nicola Pignataro, che ha riproposto in questa sua trasferta lo spettacolo “Libretto malasanitario”, una divertente commedia in dialetto barese ideata e portata inscena dal decano della nostra Commedia in vernacolo. In un teatro gremito, gli affezionati spettatori di Pignataro, hanno riso a crepapelle visionando questo spettacolo in due atti, che ironizza sulla sanità, anzi per meglio dire sulla "malasanità in italia". Le simpatiche battute spesso intercalate da velato sarcasmo, non hanno risparmiato nessuno. Nicola Pignataro con metodica precisione, partendo dalla sua infanzia ha attraversato le varie Riforme sanitarie che si sono avvicendate dagli anni trascorsi fino ai nostri giorni, evidenziandone tutte le stravaganze, bizzarrie e incongruenze. Così partendo dalla storica Cassa Mutua si passava alla Saub, poi alla Usl e poi ancora alla Asl. Ovviamente si è trattato secondo Pignataro solo di cambiamenti di nome, ma non di altro. Naturalmente in questo proverbiale excursus non sono mancate le tante battute pungenti sui diversi ministri della salute, sia della prima che della seconda Repubblica, responsabili di aver modificato la sanità italiana, creando disagi e incomprensioni presso l'utenza. Insomma, riesumando il vecchio detto,: “Si stava meglio, quando si stava peggio!”, Pignataro, racconta anche del rapporto, oggi quasi perso, tra paziente e medico di famiglia, ridotto quasi esclusivamente a conversazioni telefoniche. Un lungo monologo di quasi due ore, realizzato con successo da Nicola​ Pignataro, attore di grande professionalità, che ha saputo divertire con intelligenza il pubblico, dando anche molti input per la riflessione su un argomento di grande attualità.






Nessun commento