Ultim'Ora

Verona. 51^ Vinitaly: anche il sake tra le degustazioni

Stand al Vinitaly (foto A.Gigante) ndr.
di Daniele Lo Cascio

VERONA, 10 APR.  – Boom di visitatori alla seconda giornata per Vinitaly, salone internazionale del vino e dei distillati giunto alla sua 51 edizione. La Puglia è presente con il suo padiglione contenente ben 128 cantine, per presentare le eccellenze del suo territorio, dai bianchi della Valle d’Itria, passando per i rosati del Salento, fino ad arrivare ai grandi rossi dell’entroterra e ai vini da dessert o meditazione come aleatico passito o moscato di Trani. La novità di quest’anno è la presentazione del sake, distillato del riso direttamente proveniente dall’Estremo Oriente. Oltre ad un’ampia scelta di offerta di vari tipi è anche possibile iscriversi ad una associazione per diventare sommelier del sake.
 Stand al Vinitaly (foto A.Gigante) ndr.
Altra novità i dispenser automatici del vino, dove il degustatore/ consumatore può riempire il proprio bicchiere direttamente dal dispenser che ripartirà il prodotto alla corretta temperatura di servizio, senza alcuna alterazione organolettica. In concomitanza a Vinitaly, Sol&Agrifood 2017 il Salone internazionale dell’agroalimentare di qualità organizzato da Veronafiere, che nella passata edizione ha visto la presenza di 56mila operatori professionali, dei quali 14mila provenienti da 82 paesi. Fra i prodotti più rappresentativi l’olio extravergine di oliva, la pasta, i prodotti di forno, le birre artigianali, i formaggi, la cioccolata, le conserve e i condimenti, i salumi e le produzioni ortofrutticole e la pizza.
Stand al Vinitaly (foto A. Gigante) ndr.
Presente l’Associazione Buonaterra - Movimento Turismo dell’Olio Puglia, con uno stand dedicato (Padiglione C – stand A10), ove è possibile degustare il meglio della produzione olivicola della nostra regione. “Nonostante le difficoltà di varia natura – ha dichiarato Donato Taurino, presidente dell'Associazione Buonaterra Movimento Turismo dell'Olio Puglia -, i nostri operatori parteciperanno numerosi a questo importante appuntamento per promuovere la Puglia, un territorio che oggi si presenta ricco di fascino, storia e cultura. Mai come adesso è importante mettere insieme turismo, agricoltura e prodotti di qualità per far conoscere ai turisti dell’olio l’impegno e la dedizione dei nostri olivicoltori, custodi di ambiente e paesaggio. La nostra associazione è impegnata soprattutto nella formazione affinché il consumatore possa avvicinarsi in un’esperienza sensoriale e apprendere i benefici dei nostri prodotti.”Ad esporre, le aziende: Bisceglia – Mattinata (Fg) | Conte Spagnoletti Zeuli – Andria | Di Molfetta – Bisceglie (Bt) | Ciccolella - Molfetta (Ba) | Azienda Agricola Lamantea – Bisceglie (Bt) | Frantoio D’Orazio - Conversano (Ba) | Terre di San Vito – Polignano a Mare (Ba) | Il Frantoio – Ostuni (Br) | Sololio – Ostuni (Br) | Il Frantolio di D’Amico - Cisternino (Br) | Frantoio Sant’Oro - San Michele Salentino (Br) |  Azienda Agricola Taurino  - Squinzano (Le) | Anna S.A.R.L. - Minervino di Lecce (Le) | Masseria La Cornula - Nardò (Le) | Azienda Agricola Mazzarrino - Palagianello (Ta) | Azienda Agricola Frisino - Palagiano (Ta). I nostri prodotti, così genuini, artigianali e spesso anche biologici si intercettano con successo la domanda ormai non più esclusivamente di nicchia di prodotti di qualità. 

Nessun commento