Ultim'Ora

Bari. Eseguiti dalla Gdf interventi a contrasto del lavoro nero e irregolare [CRONACA DELLA GDF ALL'INTERNO]

Controlli della Gdf. (foto Gdf) ndr.

di Redazione

BARI, 4 MAG. (Comunicato St.) - Nei giorni 26 e 27 u.s. il Comando Regionale Puglia ha disposto l’esecuzione di un piano straordinario di interventi finalizzato a prevenire e reprimere il fenomeno del lavoro “nero” ed “irregolare”, nonché le connesse manifestazioni di illegalità. Il piano di interventi disposto dal Comando Regionale Puglia si colloca nell’ambito della missione istituzionale del contrasto all’illegalità economica e finanziaria, con lo scopo di tutelare il corretto andamento del mercato del lavoro. L’operazione ha registrato l’esecuzione di ben 208 interventi, nel corso dei quali sono stati scoperti 194 lavoratori impiegati totalmente “in nero”, oltre a nr. 32 lavoratori la cui posizione è risultata “irregolare”, con la conseguente verbalizzazione di complessivi 96 datori di lavoro. Ben 135 invece sono le posizioni lavorative ancora in fase di definizione, per le quali sono necessari ulteriori accertamenti. L’attività ispettiva, condotta trasversalmente nei confronti di numerose tipologie di imprese, ha evidenziato talune situazioni di particolare rilevanza; a titolo di esempio, si citano i casi di un salottificio dell’area murgiana, ove sono stati scoperti ben 16 lavoratori in nero, impegnati nell’attività di fabbricazione di divani, oppure l’individuazione, nella provincia di Bari, di un opificio di proprietà di un’azienda dedita alla fabbricazione di pedane, presso il quale sono stati individuati 6 lavoratori in nero, nonchè il caso di un panificio della provincia di Foggia, in cui tutti i quattro lavoratori sono risultati assunti in nero. Dall’inizio dell’anno, nello specifico settore sono stati effettuati 452 controlli su tutto il territorio regionale, con la scoperta di 362 lavoratori “in nero” e 584 lavoratori la cui posizione risultava comunque irregolare; 335 i datori di lavoro verbalizzati. 

La droga sequestrata. (foto gdf) ndr.
GUARDIA DI FINANZA: SEQUESTRATE HASHISH E MARIJUANA. ARRESTATO UN GIOVANE INCENSURATO E DENUNCIATO A PIEDE LIBERO IL COMPLICE MINORENNE

AVEVANO CREATO ALL’INTERNO DI UN’ABITAZIONE DEL CENTRO STORICO UNA PICCOLA RIVENDITA DI SOSTANZE STUPEFACENTI. E’ SUCCESSO A TRIGGIANO

La quotidiana ed incessante attività di contrasto ai traffici illeciti e, in particolare, allo spaccio di sostanze stupefacenti, condotta attraverso un costante e capillare controllo economico del territorio dai finanzieri del Gruppo Pronto Impiego Bari non conosce soste. Questa volta, ad attirare l’attenzione dei “Baschi Verdi” è stato il continuo “andirivieni” di ragazzi nei pressi di una vecchia abitazione del centro storico della cittadina dell’hinterland barese. Le indagini sono partite proprio dai vicoli di quel “borgo antico”, dove, soprattutto nei fine settimana, il viavai di giovani ragazzi aumentava in modo spropositato; infatti, grazie a mirati e meticolosi appostamenti e pedinamenti, veniva individuata una vecchia abitazione dove gli avventori stazionavano in attesa di acquistare lo stupefacente. Il continuo monitoraggio veniva premiato allorquando i militari intercettavano “in diretta” un acquisto di droga, bloccando lo spacciatore, un minorenne incensurato e, dopo aver atteso l’arrivo del genitore, perquisendo l’immobile oggetto di controllo. Al momento dell’accesso, in casa venia individuato un altro soggetto del posto incensurato, rivelatosi anch’egli coinvolto nell’illecita attività di spaccio. Durante la perquisizione sono stati rinvenuti 200 grammi di marijuana, 100 grammi di hashish, un bilancino di precisione e vario materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente. I due responsabili sono stati deferiti alle competenti Autorità Giudiziarie, il maggiorenne posto agli arresti domiciliari e il minorenne denunciato a piede libero ed affidato ai genitori.



Nessun commento