Ultim'Ora

Bari. I Carabinieri del Nucleo TPC di Bari recuperano reperti archeologici, un dipinto del 1400, preziose pergamene e opere contraffatte [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNIO]

Il dipinto del 1400 recuperato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 31 MAG. (Comunicato St.) - I carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di bari, nel corso di più indagini avviate in puglia e basilicata, hanno recuperato centinaia di reperti archeologici, frutto di scavi clandestini, rarissime maioliche medievali sottratte nel 2003, preziose pergamene trafugate nel 2008 e numerose opere d'arte contemporanea contraffatte. Recuperato, inoltre, un prezioso dipinto risalente al 1400. Il valore dei beni recuperati supera i 500.000 mila euro. 

Controlli dei cc. a Minervino (Bat) (foto cc.). ndr.
MINERVINO MURGE (BT): ARRESTATO UN “AMBULANTE” DELL’HASHISH 

Continua l’azione di contrasto al narcotraffico da parte dell’Arma sul fronte dell’Alta Murgia. I Carabinieri della Stazione di Minervino Murge, infatti, nel corso dei mirati servizi predisposti per il contrasto alla illecita attività dello spaccio di sostanze stupefacenti in area urbana hanno tratto in arresto un pregiudicato del luogo. Durante uno dei posti di controllo messi in atto nei luoghi ritenuti strategici del Comune di Minervino Murge, i militari hanno proceduto ad un controllo di polizia nei confronti di V.L., 31enne del posto, il quale, avvedutosi della presenza dei Carabinieri, ha iniziato a dare vivi segni di nervosismo: atteggiamento non sfuggito ai militari che hanno eseguito un minuzioso controllo, perquisendo il giovane pregiudicato, rinvenendo, così, occultati in un involucro in cellophane, ben quarantasei grammi di hashish, pronte per lo smercio al dettaglio. I Carabinieri, valutate le particolari circostanze di tempo e di luogo, hanno deciso di effettuare un’ulteriore perquisizione presso l’abitazione dove hanno rinvenuto un altro involucro contenente, complessivamente, dieci grammi della medesima sostanza stupefacente, unitamente ad un bilancino di precisione ed un coltello utilizzato per il taglio della stessa, ancora intriso di hashish. In considerazione della modalità di occultamento e confezionamento, pronta per la cessione, della sostanza stupefacente, non destinata ad un uso esclusivamente personale, il prevenuto è stato tratto in arresto per spaccio e detenzione di droga, finendo ai domiciliari.



Nessun commento