Ultim'Ora

Bari. Terminato il Bif&st 2017, work in progress per la prossima edizione

Terminato a Bari il Bif&st 2017. (foto M.C.( ndr.

di Maria Caravella

BARI, 30 APR. - La musica in grande di Nino Rota per una serata felliniana, nella magica esecuzione de “La dolce vita” , “Le notti di Cabiria” ........ hanno dato avvio all'ultima serata dell'ottava edizione del Bifest 2017 al Teatro Petruzzelli di Bari. Felice Laudadio, nel dare l"incipit si è mostrato entusiasta dei risultati ottenuti. 
Soprattutto per il modo discreto con cui la politica ha supportato la cultura realizzando un sodalizio proficuo capace di veicolare risultati apprezzabili. Ha voluto sottolineare la grande partecipazione dei giovani alla manifestazione, anche intere scolaresche, che hanno partecipato alle masterclass , ai laboratori e alle proiezioni pomeridiane. Subito dopo un fuori programma, sul palco il vincitore della 60^ edizione World Press Year 2017 ,il più grande concorso di fotogiornalismo mondiale, il fotografo turco Burhan Ozbilici dell’agenzia Associated Press per la fotografia "Un assassinio in Turchia" che ha inteso immortalare l’attentatore Mevlüt Mert, subito dopo l'uccisione dell"ambasciatore russo in Turchia, Andrey Karlov, ad una mostra d’arte ad Ankara. 
Burhan Ozbilici, dopo aver ringraziato per il premio ricevuto, rivolgendosi al pubblico ha detto di aver avuto dell'Italia sempre una bellissima idea trasmessa soprattutto dai suoi genitori, i quali gli hanno sempre parlato dell’Italia come di un Paese che da millenni ha sempre saputo dare un grande valore all’arte, alla cultura e soprattutto ad un giornalismo libero. E’ stata poi la volta di Chiara Caselli nominata presidente di una giuria composta da 30 spettatori, per selezionare dieci film in concorso e due fuori concorso. La Caselli, felice, ha esternato il suo entusiasmo per aver avuto l'opportunità di intraprendere questa esperienza e aver potuto constatare la partecipazione sentita, di un pubblico appassionato di cinema che per una settimana, in tutte le ore della giornata ha gremito teatro e sale cinematografiche. Dopo aver dichiarato l'imbarazzo della giuria nell'attribuzione dei premi ha letto il primo verdetto che ha attribuito il premio come miglior attore all’argentino Leonardo Sbaraglia, per il film “Storie pazzesche”. Il Simpaticissimo Sbaraglia nel ritirare il premio ha ringraziato tutti e ha ricordato le sue origini italiane. Il premio per la migliore regia è andato invece al serbo, Goran Paskaljevic . A Francesca Archibugi è stato assegnato il Premio Vincenzoni per la migliore sceneggiatura, per il film “La pazza gioia” realizzato con Paolo Virzì. 
È stata poi la volta di una grande presenza internazionale, che ha dato prestigio alla serata, una delle “Signore” del cinema internazionale, Claudia cardinale, che ha consegnato il Premio Federico Fellini per l’eccellenza cinematografica a Jaques Perrin. I due attori quasi coetanei, hanno ricordato i tempi del loro esordio e il loro primo film girato nel 1961 “La ragazza con la valigia” di Valerio Zurlini. Hanno con nostalgia ricordato la loro giovinezza , ribadendo in modo scherzoso di sentirsi ancora dei ragazzini. In chiusura la presidente Margarethe von Trotta, mostratasi soddisfatta dell'esperienza realizzata, ha proposto con ironia per il prossimo anno un altro Premio da attribuire al pubblico barese per simpatia ed entusiasmo. 
A conclusione della serata il pubblico ha potuto assistere alla proiezione di un bellissimo film di March Webb :Gfted Compiaciuti del meritato successo, un arrivederci a tutti e ..... work in progress ..... per la prossima edizione.



Nessun commento