Ultim'Ora

'La Buona Politica' - Coste pugliesi tra leggende e Bandiere Blu

Bandiere Blu sulle coste pugliesi. (foto com.) ndr.

di Ccosimo Imbimbo

BARI, 10 MAG. - Imbimbo Tanta nobiltà, storia e leggenda a partire dalla straordinaria avventura della grande Magana Grecia ha caratterizzato il spettacolare fascino della costa adriatica pugliese. Una rapida panoramica, partendo dal Golfo di Taranto ci presenta una costa bassa e caratterizzata da una lunga serie dispiagge, tra le quali troviamo di particolare interesse Porto Saturo e Torre Colimena. Più a sud la costa si fa rocciosa, ma non mancano alcune spiagge tra le insenature. Di particolare fascino è la lunga spiaggia di Porto Cesareo, e le basse scogliere tra Santa Maria al Bagno, Santa Caterina e Portoselvaggio, a ridosso del parco naturale costituito da una estesa pineta. Oggi il mare di Puglia ha assunto l'immagine del sole, del riposo, delle vacanze in strutture organizzate o in comode case vacanza o appartamenti. Le coste sono invase da milioni di turisti che si spostano frettolosi dal Nord al Sud. Un tempo erano gli inverni miti a richiamare verso Sud poche elite fortunate. Oggi sono invece i mesi estivi ad attirare masse sempre più grandi. Il turismo è forse la maggiore attività economica della Puglia insieme a quella agricola. Il Gargano è un promontorio situato in provincia di Foggia che si allunga nel mare Adriatico dando origine al Golfo di Manfredonia . A est troviamo la Testa del Gargano , mentre a ovest si unisce al Tavoliere , nel suo territorio troviamo il Parco del Garganoil Lago di Varano e il Lago di Lesina e a circa 20i chilometri nel mare Adriatico sorge l'arcipelago delle Isole Tremiti . Il Gargano è percorso da una strada panoramica che tocca molti dei centri tra cui San Nicandro Garganico , Carpino , le località di mare più importanti sono : Peschici ,Vieste , Mattinata, Rodi Garganico, Lesina e Manfredonia detta anche la 'porta del Gargano'. Nell'entroterra si trovano alcuni centri abbastanza importanti: Monte Sant'Angelo , San Giovanni Rotondo e San Marco in Lamis . Oltre le Murge la costa del mare Adriatico diventa alta e scavata da grotte marine come quelle di Polignano a Mare , nell'interno si estende la Murgia dei trulli , altopiano cosparso di località turistiche famose come Selva di Fasano , Alberobello. A sud dopo le Murge ha inizio la Penisola Salentina che si presenta con alcune zone pianeggianti con il Tavoliere di Lecce e la Terra, d'Otranto , e con bassi altopiani con le Murge Tarantine e le Murge Salentine . Le coste della Penisola Salentina sono per lo più pianeggianti e rettiline, le uniche insenature sono quella di Taranto e quella di Brindisi. Il litorale salentino si fa dirupato e pittoresco attorno al Capo di Santa Maria di Leuca , l'estrema punta del tallone d'Italia che si affaccia sul Canale d'Otranto , dove le acque dell'Adriatico si fondono con quelle dello Ionio. Qui troviamo le località di mare più belle della Puglia daSanta Maria di Leuca - a Porto Cesareo - dal mare di Torre Mozza a quello di Lido Marini - dal mare di San Foca - a Torre dell'Orso al mare di Santa Cesarea Terme al mare di Gallipoli . Un mare cristallino con spiagge di sabbia fine e fondali bassi, Lungo il versante del mar Ionio la fascia costiera è quasi sempre sabbiosa, le spiagge si trovano a Lido Marini situata tra il Comune di Ugento ed il Comune di Salve e Gallipoli con basse scogliere e spiagge con un litorale lungo 20 chilometri comprendente anche le località di Punta Pizzo, Baia Verde, Rivabella e Lido Conchiglie. Lungo i diciassette chilometri di costa di Ostuni tante sono le spiagge che si incontrano lungo il percorso, qui alcune immagini relative alle spiagge della puglia: PILONE, ROSA MARINA, MONTICELLI, VILLANOVA , COSTA MERLATA e SANTA LUCIA-TORRE POZZELLA.Da qui è un susseguirsi di costa alta e rocciosa, che si alterna a lidi sabbiosi con le marine di Lecce Frigole, San Cataldo e Torre dell'Orso con la sua ampia spiaggia di sabbia finissima color argento e il mare pulito Dopo Otranto troviamo la caletta di Porto Badisco con uno dei tratti di costa più suggestivi dell’Adriatico e tra le tante grotte anche la Grotta dei Cervi lunga tre chilometri e divisa in tre parti con numerose iscrizioni e disegni. Percorrendo la strada troviamo il centro termale di Santa Cesarea Terme, con una costa alta, vedute meravigliose e baie adatte per il bagno, fino a Santa Maria di Leuca.Dopo Santa Maria di Leuca spostandosi lungo la costa ionica, troviamo il lungomare con spiaggia rocciosa e bassa della marina di Torre Vado che continua con la lunga spiaggia di Posto Vecchio e con la spiaggia sicuramente più bella di tutta la Puglia quella di Pescoluse (“le maldive italiane” ). Tutta una festa di colori e sapori inebriano l’esigenza di ogni viandante in procinto di scoprire la grandiosità e lo stupor mundi Federiciano lungo questi leggendari itinerari simbolo di meraviglia e civiltà in perenne voglia di attenzione e generosità verso chi sa apprezzare la sua reale dimensione storico-naturalistica.



Nessun commento