Ultim'Ora

Sammichele di BariI (Ba). Grazie alla videosorveglianza i Carabinieri arrestano due topi d’auto [VIDEO]

 Carabinieri arrestano due topi d’auto. (foto cc.) ndr.

di Redazione

SAMMICHELE DI BARI (BA), 13 MAG. (Comunicato St.) - Ieri, i Carabinieri della Stazione di Sammichele di Bari hanno arrestato per tentato furto aggravato, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale emessa dal Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica, R.A 44enne di Grumo Appula (BA) e S.M 23enne di Bitonto (BA). Il provvedimento restrittivo recepisce integralmente le risultanze investigative emerse nell’ambito degli accertamenti esperiti dai Carabinieri della Stazione di Sammichele di Bari, a seguito di un tentato furto di un’autovettura. Era il pomeriggio del 19 febbraio scorso, quando i due, in trasferta, hanno tentato di asportare un’utilitaria parcheggiata in una via del centro nel Comune di Sammichele di Bari. Dopo aver infranto il lunotto posteriore e manomesso il cilindro di accensione, furono costretti ad interrompere la loro azione criminosa in quanto venivano notati da un passante che dava subito l’allarme. A questo punto intimoriti, i due malfattori desistevano decidendo di darsi alla fuga. Le successive indagini avviate dai militari della Stazione CC hanno però consentito di individuare i due soggetti, grazie alle immagini degli impianti di videosorveglianza presenti sul posto tra cui proprio quelli che riprendevano i due ladri. Fondamentale è comunque stata la collaborazione dei testimoni presenti all’accaduto, che hanno dato una precisa descrizione dei malviventi. A questo punto l’ulteriore attività investigativa ha consentito di raccogliere gravi elementi indiziari a carico dei prevenuti cui è stata applicata dal G.I.P. del Tribunale di Bari, D.ssa Annachiara Mastrorilli, su richiesta dal Pubblico Ministero dott. Fabio Buquicchio, che ha condiviso le risultanze investigative, la misura cautelare degli arresti domiciliari. Pertanto i due soggetti, rintracciati nei Comuni di residenza, Bitonto e Grumo Appula, si trovano ora agli arresti domiciliari.




Nessun commento