Ultim'Ora

Bari. Arrestato domiciliare allestisce un “bazar della droga” in casa. Arrestato dai cc. [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO] [VIDEO]

La droga e il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 16 GIU. (Comunicato St.) - I carabinieri del nucleo radiomobile di Bari hanno arrestato un giovane di carbonara (Ba) L.N., 21enne che, già sottoposto agli arresti domiciliari, ha pensato bene di organizzare una vera succursale della rivendita dello “spinello”. Non è sfuggito pero’ all’attenzione dei militari che, gia’ sulle sue tracce da diverso tempo, insospettitisi a causa del via vai di ragazzi del posto da e per la sua abitazione, hanno deciso di fare irruzione e di eseguire un’accurata perquisizione il cui esito ha confermato i loro sospetti. Infatti, il provetto “commerciante” è stato sorpreso a confezionare spinelli di marijuana pronti per essere venduti. Eseguendo la perquisizione, i carabinieri hanno cosi’ rinvenuto 20 sigarette preconfezionate contenenti tabacco, hashish e marijuana, altri 30 grammi di quest’ultima, un bilancino elettronico, altro materiale idoneo per il confezionamento della droga ed una somma di 200 euro quale probabile guadagno dell’illecita “rivendita”. 


Gli attrezzi agricoli sequestrati. (foto cc.) ndr.
MODUGNO (BA): FURTI NELLE CAMPAGNE. I CARABINIERI RECUPERANO NUMEROSI ATTREZZI AGRICOLI

Sono stati intensificati i controlli nelle campagne da parte dei Carabinieri della Compagnia di Modugno (BA). Il fenomeno dei furti di attrezzi agricoli e di trattori che ha interessato le campagne dei Comuni di Grumo Appula (BA) e Toritto (BA) ha fatto predisporre un piano straordinario di controllo del territorio che ha dato i suoi primi frutti. Infatti a Grumo Appula (BA), i Carabinieri della locale Stazione, con la collaborazione dei colleghi di Toritto, durante accurati controlli hanno rinvenuto un trattore marca LANDINI risultato provento di furto ad Acquaviva (BA) il 21 dicembre scorso, consentendone, così, la restituzione al legittimo proprietario. La circostanza che il trattore fosse stato parcheggiato in una zona rurale nei pressi di alcuni locali di proprietà di alcuni pregiudicati del luogo ha fatto sorgere il sospetto ai militari che vi fosse altra refurtiva occultata nelle vicinanze. Quindi, effettuando ulteriori accertamenti e perquisizioni domiciliari a carico di due dei soggetti già noti ai Carabinieri del posto, i militari hanno trovato numerosi attrezzi agricoli e altro materiale che si sospetta sia stato rubato nelle campagne ai danni di agricoltori. Questo l’elenco del materiale rinvenuto: - n.5 (cinque) decespugliatori. - n.7 (sette) motoseghe; - n. 2 (due) scuotitori per alberi d’ulivo; - n. 16 (sedici) telefoni cellulari di dubbia provenienza. - n.1 (uno) binocolo e n.1 (una) torcia da minatore, di certo utilizzati per commettere i reati. Il materiale è stato sequestrato, in attesa delle successive verifiche per risalire ai legittimi proprietari. I titolari del locale sono stati denunciati per ricettazione. Si tratta di due uomini, un 38enne ed un 54enne di Grumo Appula (BA). Sono in corso ulteriori indagini per scoprire se vi fosse una vera e propria organizzazione dedita a questi reati. 

TRANI (BT): SOTTRAE LA BORSA AD UNA DONNA E FUGGE. ARRESTATO DAI CARABINIERI

I Carabinieri della Stazione di Trani hanno tratto in arresto un 37enne, di bisceglie, già noto alle forze dell’ordine per violazione della normativa sugli stupefacenti, poiché ritenuto responsabile di un furto con destrezza perpetrato poche ore prima nel centro cittadino di Trani. Le operazioni sono giunte a termine grazie al lavoro certosino dei militari che, partendo dalla tempestiva denuncia della vittima, giungevano all’individuazione del presunto responsabile. Come verificato, anche grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza del centro cittadino, il malfattore con disinvoltura. Passeggiando nei pressi delle autovetture parcheggiate sulla pubblica via, dopo aver osservato un’ignara signora che si accingeva a parcheggiare la sua utilitaria ed atteso che la manovra venisse ultimata, con un movimento fulmineo e determinato, l’individuo ha aperto la portiera del veicolo, agguantato la borsa della povera vittima e si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Riconosciuto in poco tempo dagli investigatori quale soggetto già noto e residente nella vicina città di Bisceglie, il malvivente è stao ricercato ed individuato qualche ora dopo a poca distanza dalla Compagnia Carabinieri di Trani. I militari hanno rinvenuto, perquisendolo, gran parte della refurtiva e l’arrestato ha inteso “vuotare il sacco” confessando spontaneamente il reato commesso, pur non giustificandosi in alcun modo. Posto a disposizione dell’Autorità giudiziaria, il 37enne è stato quindi condotto presso il Carcere di Trani e dovrà rispondere di furto con destrezza.





Nessun commento