Ultim'Ora

Maratona. La Epic Marathon del Gargano è di Giuseppe Di Salvo

Il vincitore all'arrivo. (foto com.) ndr.

di Mario Schena 

FOGGIA, 6 GIU. - La Epic Marathon del Gargano parla siciliano. È stato infatti il corridore della Baaria Giuseppe Di Salvo, ex professionista su strada e ora élite della Mountain Bike ad aver domato le asperità della Foresta Umbra, contendendosi con Elia Favilli (Bike Innovation Focus Pissei), sino all’ultimo metro di sabbia, la vittoria sulla spiaggia di Vieste incorniciata da due ali di pubblico. Il vincitore ha chiuso i 78 km in 3h04’04” alla media di 25,10 km/h precedendo un gruppo complessivo di 400 atleti. 
E’ stata dura battaglia sin dalla prima asperità, tra i due leader della gara, con Di Salvo che è riuscito a distanziare il drappello inseguitore forte di 15 atleti agonisti (prof e under) e qualche cicloamatore di spicco. Nemmeno l’ultimo duro dente prima della picchiata in spiaggia è riuscito a separare i due, che se la sono giocati in una insolita volata in spiaggia. L’evento, non consueto anche per gli spettatori, ne ha attratti e incuriositi in numero elevato, al punto che molti hanno aspettato diversi minuti ai bordi delle transenne per accogliere i partecipanti. Alla gara hanno preso parte anche una ventina di atleti tedeschi, presenti sul Gargano per l’inizio delle tradizionali festività di Pentecoste, ma l’onda di risonanza dell’evento pugliese ha raggiunto anche il Veneto e la Toscana. Quest’ultima regione è salita sul podio della generale con Leopoldo Rocchetti della Bike Teraphy. Primo tra gli under 23 il suo compagno di squadra Mirco Veroni e secondo il promettente atleta pugliese Girolamo Ceci (team Scott). Paolo Colonna, beniamino di casa e superfavorito della vigilia, è stato invece fermato da qualche foratura di troppo, ben tre, che lo hanno relegato alla ventesima posizione. 
Giuseppe Belgiovine (team Eurobike), 9° all’arrivo mantiene la leadership del circuito regionale Iron Bike.Tra le donne superba prestazione di Maria Cristina Nisi (Bike Innovation Focus Pissei), vera sorpresa della Marathon del Gargano che ha tenuto un ritmo insostenibile anche per molti colleghi uomini. La Nisi ha chiuso infatti in 22° posizione, mettendosi alle spalle molti atleti noti delle categorie maschili. ​Sulla Mediofondo (47 km) vittoria del veronese Francesco Fassani (SC Barbieri) che solo nel finale è riuscito ad avere la meglio di Giacomo Scardino, leader della speciale classifica (Velosprint Bitonto) e Christian Bonante (team Eurobike). Grande soddisfazione è stata espressa da Maurizio Carrer (team Eurobike, organizzatore dell’evento) e Stefano Martucci (titolare dell’Hotel I Melograni, sede della logistica). L’ottimo riscontro raggiunto, (per la prima volta in Puglia si sono registrati così tanti atleti professionisti, ben 15, oltre i consueti cicloamatori), nonostante qualche dettagli ancora da limare, proietta il Gargano della Mountain Bike nel vivo del panorama nazionale e internazionale. 
Da domani si comincerà a lavorare per qualcosa di più grande. E qualcuno, nel frattempo, sogna di portare a Vieste i Campionati Italiani 2018 o 2019.



Nessun commento