Ultim'Ora

Musica. 80mila si infiammano per Iggy Pop al Medimex di Bari

Iggy Pop a Bari per il Medimex. (foto R. Pastoressa) ndr.
Misure di sicurezza secondo nuove direttive, la città supera il test 


di Redazione

BARI, 11 GIU. (ANSA) - L'iguana del rock, Iggy Pop, ha travolto gli 80mila che, secondo gli organizzatori, sono arrivati a Bari per assistere la scorsa notte all'unica sua data italiana e ha infiammato la terza giornata di Medimex, la conferenza internazionale della musica promossa da Puglia Sounds. Le previsioni degli organizzatori, che si aspettavano 20mila presenze anche a causa della possibile paura di attentati, sono state ampiamente superate. E la macchina della sicurezza, costruita sulla base delle nuove misure stabilite dalla direttiva Gabrielli, ha funzionato senza intoppi. Anche grazie alla collaborazione del pubblico che si è scatenato, ballando cantando e applaudendo dinanzi al palco allestito nel centro di Bari, tra il palazzo del Comune e la Prefettura, senza creare disordini. Nel back stage, Iggy Pop ha incontrato anche Masayoshi Sukita, il fotografo che lo immortalò 40 anni fa nella sessione fotografica in Giappone insieme con David Bowie che scelse uno di quegli scatti per la copertina del disco di Heroes. Al termine del concerto, in cui il 70enne Iggy Pop ha dimostrato che il rock non ha età, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il coordinatore di Puglia Sounds, Cesare Veronico, hanno consegnato all'iguana un riconoscimento: un cavallo rosso di cartapesta, "simbolo del Medimex che in questa edizione ha invaso la città", con i palchi nelle principali piazze della città, a differenza delle passate edizioni quando si svolgeva nei padiglioni della Fiera del Levante.



Nessun commento