Ultim'Ora

Bitonto (Ba). Un arresto della Polizia per lesioni personali aggravate dall’uso delle armi [CRONACA DELLA P.S. ALL'INTERNO]

Un arresto della Polizia a Bitonto. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 13 LUG. (Comunicato St.) - Nella giornata del 7 luglio u.s., a Bitonto, la Polizia di Stato ha tratto in arresto B.L., classe 87, colto nella flagranza dei reati di lesioni personali aggravate dall’uso delle armi, nonché per porto abusivo di strumenti atti ad offendere. In particolare, gli agenti del locale Commissariato di P.S., durante il costante e regolare servizio di controllo del territorio, sono intervenuti in zona periferica della città ove era stata segnalata una lite in atto. Giunti sul posto gli agenti hanno colto alcuni astanti intenti a litigare tra loro; da immediati approfondimenti i poliziotti hanno accertato che, pochi istanti prima del loro arrivo, in costanza di un acceso diverbio, il giovane 30enne, aveva estratto un’accetta con cui aveva colpito le sue vittime provocandogli delle lesioni personali. L’intervento dei poliziotti ha così impedito che gli eventi si aggravassero e su tali premesse il giovane esagitato è stato bloccato ed accompagnato presso il locale Commissariato di Polizia. Al termine degli atti di rito, il B.L. è stato arrestato per i reati contestati e messo a disposizione della Autorità Giudiziaria procedente in attesa di giudizio. 

- Nella mattinata di ieri, a Bitonto, la Polizia di Stato ha tratto in arresto 2 persone S.V. classe 48, S.F. classe 95, ritenute responsabili di resistenza, oltraggio, minacce e lesioni gravi a Pubblico Ufficiale, ed in concorso, per gli stessi reati, sono state denunciate in stato di libertà altre 11 persone: S.M. classe 92, S.V. classe 96, S.C. classe 87, S.R. classe 83, S.M. classe 95 S.C. classe 00, R.C. classe 96, C.R. classe 60, A.M. classe 88, R.V. 96 e D’A. L. classe 92. L’operazione, si inquadra nell’ambito dei servizi ad “Alto Impatto” predisposti dal Sig. Questore di Bari, Dirigente Generale dott. Carmine ESPOSITO, finalizzati al contrasto dei i reati contro il patrimonio e contro la persona. I poliziotti del Commissariato di P.S. di Bitonto, coadiuvati da operatori del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale” e da Unità Cinofile della Questura di Bari, questa mattina, durante le operazioni di perquisizione pianificate nei locali e nelle abitazioni di edilizia popolare site nella locale Via Ugo La Malfa, si sono trovati a fronteggiare un comportamento aggressivo, violento e minaccioso posto in essere da parte dei presenti coinvolti dall’attività di polizia. La vivace attività ostruzionista era presumibilmente dovuta al fatto che all’interno dello stabile oggetto del controllo di polizia, gli agenti avevano già rinvenuto quasi 1kg. di sostanza stupefacente del tipo Marijuana e che a seguire ci sarebbero stati ulteriori e più approfonditi accertamenti in altri vani. Nonostante le contestazioni messe in atto i poliziotti coinvolti, coadiuvati da agenti in ausilio del IX Reparto Mobile di Bari, hanno contrastato la dura attività di resistenza ed infine accompagnato in ufficio per le procedure di rito tutti i soggetti facinorosi. Al termine delle formalità gli agenti hanno tratto in arresto due dei soggetti e i restanti 11 sono stati denunciati in stato di libertà, tutti messi a disposizione dell’Autorità giudiziaria procedente. Sono attualmente in corso accertamenti tecnici ed info-investigativi al fine di stabilire le responsabilità in merito alla sostanza stupefacente rinvenuta e sequestrata, nonché ad eventuali concorsi nei reati di resistenza a P.U. collettiva messa in atto.



Nessun commento