Ultim'Ora

Eventi. Il “Family Day” del “Miulli” di Acquaviva. Un piacevole incontro-spettacolo per augurarsi una splendida estate

La locandina dell'evento. (foto com.) ndr.

di Ninni Di Lauro

ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA), 1 LUG. - Come ogni anno, l’Ente Ecclesiastico “Ospedale Generale Miulli di Acquaviva”, ha festeggiato l’inizio dell’estate con una gran bella serata musicale che si è tenuta in uno spazio aperto di pertinenza, solitamente adibito a parcheggio. Un momento di sincera convivialità. Un incontro piacevole e informale che ha visto esibirsi sull’elegante palco una serie di medici, specialisti e operatori ospedalieri che, per una sola sera, si sono avvicendati nei panni di artisti e protagonisti. Due gruppi musicali, cantanti, tecnici e maestranze hanno montato uno spettacolo degno di tale nome. 
La conduzione, affidata come sempre all’eclettico cardiologo Vito Casamassima, ha visto questo interventista emodinamico nei panni del conduttore della serata e di… padrone di casa sicuro e affabulante. Lo stesso, con sicurezza scenica e un bel pò di padronanza artistica, ha strappato al pubblico, applausi, sorrisi e consensi. Il tutto condito dalla collaborazione di un giovane volto femminile: Cristina Barberio, sperimentata conduttrice radiofonica che ha supportato il conduttore in alcune divertenti gags. Era presente il Vescovo Mons. Giovanni Ricchiuti “Governatore dell’ospedale Miulli” che in compagnia di don Tommaso Lerario hanno assistito compiaciuti a tutto lo show. Dopo il tramonto e la calura insopportabile mattutina, anche il clima serale, fresco e frizzante, è stato complice nell’evidenziare l’eleganza e la bellezza delle signore presenti in platea. Ma, spettacolo a parte, sono stato particolarmente colpito dall’emozione che trapelava tra coloro che, di li a poco, dovevano affrontare il pubblico con le loro esibizioni. 
Ottima la performance di una giovane e brava violista. Ancor più particolare l’esibizione del dott. Vito Lombardi, responsabile della farmacia ospedaliera, che con la sua simpatia e sicumera ha cantato offrendo un tributo all’indimenticabile Frank Sinatra. Una serata finalizzata unicamente ad una attività collettiva che vorrebbe vedere, come nel musical omonimo, medici, operatori, pazienti e familiari degli stessi “tutti insieme appassionatamente”. Trovo doveroso menzionare i nomi dei veri protagonisti che hanno allietato la serata. Uno special tank a Gabriele Altero, Germana Basile, Leonilde Bonfrate, Fiorella Capocelli, Gianfranco Carella, Chiara Cavalluzzi, Giovanni de Bellis, Domenico Desantis, Massimo Errico, Fabio Farina, Vito Ferrulli, Antonio Genovese, Ciccio Grilli, Antonio Lazazzara, Antonio Lenoci, Pietro Lenoci, Vito Lerario, Angelo Lionetti, Rosalba Lisco, Franco Maselli, Nino Messina, Antonio Polo, Antonio Sanguedolce, Adriano Sannicandro, Innocenzo Sblendorio, Danny Sivo e Massimo Sivo. Con la tipica curiosità “gossippara” che mi contraddistingue vi svelo un piccolo segreto. Quasi tutti, nel backstage, non riuscivano a nascondere la loro emozione responsabilizzandosi quasi fossero i finalisti del festival di Sanremo. 
Come solitamente accade ai “grandi” performers, anche per tutti loro, le tensioni scomparivano non appena, calcata la scena, partivano i primi applausi spontanei. Prima di darvi appuntamento alla prossima edizione, ringrazio tutti i partecipanti e la struttura ospedaliera per lo spirito di collettività e collaborazione molto difficile da trovare tra personaggi in competizione. A tutti i partecipanti un solo grido: “ … Ad maiora, semper!”.

Mons. G. Ricchiuti con il Parroco Don Tommaso Lelrario. (foto com.) ndr.




Nessun commento