Ultim'Ora

Andria (Bat). 1 arresto, 3 denunce e scovati 3 assuntori di droghe dai cc. [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Posti di controllo dei cc. ad Andria. (foto cc.) ndr.

di Redazione

ANDRIA (BT), 21 AGO. (Comunicato St.) - Continuano incessanti i servizi di prevenzione e repressione dei reati che la Compagnia dei Carabinieri di Andria ha intensificato dopo il periodo di ferragosto. In particolare, sono stati organizzati ed eseguiti posti di controllo nei pressi dei principali locali notturni e sulle principali arterie stradali del comune federiciano, utilizzando anche gli apparati etilometrici in dotazione. Nel corso di uno speciale servizio di controllo del territorio, sono stati 10 gli uomini dell’Arma scesi in campo per garantire sicurezza con il potenziamento dei servizi serali, sono state identificate 102 persone e controllate circa 50 autovetture. Intensificata anche l’attenzione su persone pregiudicate, in particolare su quelle sottoposte al regime degli arresti domiciliari ed alla sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza. I capillari controlli nel centro storico andriese, hanno consentito ai militari di trarre in arresto un pregiudicato, A.M., 65enne del luogo, su ordine di carcerazione, provvedimento restrittivo scaturito da violazioni delle prescrizioni imposte dalla misura detentiva domiciliare cui era sottoposto. Tre le persone denunciate, di cui due per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e di alcool. La terza persona è stata denunciata per la violazione degli obblighi imposti dalla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Si tratta di un pregiudicato andriese di 29 anni, A.V., già noto alle forze dell’ordine, il quale è stato sorpreso mentre cedeva, in cambio di una banconota da dieci euro, una dose di Hashish ad un acquirente. Ancora, sono state individuate ben 3 persone, appartenenti alla fascia di età compresa tra i 19 ed i 30 anni, nell’atto di consumare o detenere modici quantitativi di sostanze stupefacenti: gli stessi sono stati segnalati alla Prefettura di Barletta-Andria-Trani quali assuntori di sostanze stupefacenti, a cui venivano sequestrati nel complessivo tre grammi di marijuana e quattro grammi di hashish. Grazie alla cornice di sicurezza, non si sono registrati disordini o altre situazioni di pericolo. Non sono mancate le telefonate al 112 per chiedere intervento nelle zone altamente frequentate in occasione della movida, fortunatamente situazioni tutte risolte ed i più esuberanti sono stati identificati ed allontanati. 

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.
ALTAMURA (BA): DURO COLPO INFERTO ALLO SPACCIO DI STUPEFACENTI. I CARABINIERI SCOVANO DEPOSITO DI DROGA, SEQUESTRATI 12 KG. DI “MARIJUANA” E 500 GR. DI “HASHISH” 

Questa volta non è stato neanche necessario l’intervento delle unità cinofile antidroga dell’Arma: i militari della Compagnia di Altamura hanno praticamente seguito la consistente traccia odorifera per giungere al nascondiglio della droga. L’odore fortissimo sprigionato dalla “MARIJUANA” aveva infatti pervaso tutto il piano seminterrato dell’edificio situato lungo la centrale via R. Margherita della città federiciana. All’interno di 16 buste di varie dimensioni, sigillate in cellofan e in alluminio, erano stivati ben 12 Kilogrammi di marijuana e mezzo chilo di hashish, per un valore commerciale sul mercato illegale dello spaccio di oltre 60 mila euro. Immediatamente arrestato e trasferito presso la Casa Circondariale di Bari, il 40enne proprietario dello scantinato dovrà rispondere del reato di illecita detenzione di stupefacente aggravata dal rilevante quantitativo rinvenuto. La droga sequestrata sarà sottoposta ad analisi per verificarne il numero di dose droganti ottenibili, che stando ad un primo sommario calcolo non sarebbero meno di 12.500. Difatti il forte odore sprigionato dall’ “erba”, fa sospettare che essa possa essere ricondotta a quel tipo di marijuana selezionata botanicamente per aumentarne il contenuto di principio attivo e nota come Skunk, ovvero “puzzola”, appunto per il forte odore che sprigiona. Varietà della pianta della cannabis in grado di decuplicare il principio attivo drogante rispetto alle altre piante della stessa famiglia. Le indagini dei Carabinieri di Altamura continuano per individuare le modalità di importazione dell’ingente quantitativo di stupefacenti e la rete di complicità che avrebbe provveduto sicuramente ad immettere la droga sul mercato dello spaccio di Altamura.



Nessun commento