Ultim'Ora

Attualità. A Polignano a Mare, il Meraviglioso Modugno premia la solidarietà

Una immagine dello spettacolo. (foto M.C.) ndr.
di Maria Caravella

POLIGNANO A MARE (BA), 11 AGO. - Ancora una volta “Un sogno così”, ha trasformato Piazza Aldo Moro a Polignano a Mare, la ridente cittadina pugliese, meta di turisti provenienti da tutto il mondo, in un palcoscenico a cielo aperto. La VII edizione di Meraviglioso Modugno e V edizione del Premio Città di Polignano a Mare, anche stavolta ha scelto i brani più significativi che hanno caratterizzato il percorso artistico di Domenico Modugno, interpretati dai famosi ospiti della manifestazione: ARISA, EX-OTAGO, FABRIZIO MORO, FEDERICA CARTA, FRANCESCO GUASTI, LEONARDO LAMACCHIA, MARIANNE MIRAGE, MAX GAZZÈ, RON, SYRIA & TONY CANTO.
A presentare la serata Maria Cristina Zoppa con Daniele Colacicco, Direzione Artistica Stefano Senardi e Maria Cristina Zoppa.
Si tratta di un evento, ormai entrato nella tradizione, organizzato dal
Comune di Polignano a Mare con il sostegno della Regione Puglia e di SIAE.
E come tradizione vuole, Meraviglioso Modugno,  lo spettacolo-evento dedicato a Mister Volare è tornato anche quest’anno a Polignano a Mare
E con lui anche I BRANI DI MERAVIGLIOSO MODUGNO 2017,che gli ospiti hanno interpretato e in alcuni casi reinventato sul palco di Piazza Aldo Moro: Arisa (Tu si‘ na cosa grande; Vecchio Frack), Ex – Otago (Piove),
Fabrizio Moro (Ma come hai fatto?),
Federica Carta (Nel Blu dipinto di blu: Se Dio vorrà); Francesco Guasti (La Gabbia); Leonardo Lamacchia (La Lontananza); Marianne Mirage (Malarazza), Max Gazzè (Cosa sono le nuvole), Ron (Meraviglioso; Dio,Come ti amo!); Syria & Tony Canto (Tuta Blu; Come stai?; La Sveglietta).
Nelle ultime quattro edizioni, il Comune di Polignano a Mare ha consegnato a Beppe Fiorello nel 2013, a Luca Bianchini nel 2014, a Franco Migliacci nel 2015 e a Riccardo Scamarcio nel 2016 il Premio Città di Polignano a Mare come artisti che con i loro progetti hanno onorato la Cultura e la Bellezza della Città  e della Memoria del suo Cittadino più illustre.
Quest’anno il premio ha assunto un valore diverso. Tramite la riproduzione della statua di Modugno opera di Hermann Mistej divenuta simbolo della Città dal 2008 con Mister Volare che accoglie  con le braccia aperte e rivolte al cielo i visitatori a POLIGNANO A MARE, consegnerà  il simbolo di una RINASCITA e un SOGNO POSSIBILE al Sindaco di AMATRICE SERGIO PIROZZI come colui che, per dedizione, sacrificio, coraggio e passione è diventato punto di riferimento per molte delle Città del Centro Italia colpite dal terremoto del 2016.
"Domenico Modugno nel 1958 rappresentò l’Italia del Dopoguerra che sognava e realizzava il proprio Futuro: idealmente riponiamo le stesse energie per questo Progetto di Vita e Civiltà che è la Ricostruzione; la Musica sia di conforto e guida. Il Sindaco Sergio Pirozzi, tra le altre cose Allenatore della Nazionale Cantanti, ritirerà il Premio a nome di una cittadinanza più estesa che non sia solo quella di Amatrice ma di tutti quelli che sperano in un Italia che torni a Volare".
Una splendida serata, che ha richiamato a Polignano a mare un pubblico numeroso e variegato, per età, estrazione e diversa provenienza.
La scenografia che sul palco di Meraviglioso Modugno è stata realizzata da Fabio della Ratta, con l’art director Maria Cristina Zoppa e ha inteso ricordare il tema "Un sogno così”. Sul lato sinistro, l’immagine onirica - realizzata con la tecnica dello stencil - in cui Mimmo e Franca, tenendosi per mano, corrono felici e spensierati su un mare di dischi, volando nel cielo infinito.
Sul lato destro, un ledwall dove sono state proiettate delle clip realizzate dal video maker Giuseppe La Selva e, a tratti, la diretta dello spettacolo, il tutto incorniciato da un drappo dorato dove sono inseriti circa duecento “33 giri”. Sulle due torri laterali, due immagini iconiche del cantautore che osserva il suo pubblico e la sua Polignano che, a tanti anni dalla sua scomparsa, ancora lo celebra e lo acclama.



Nessun commento