Ultim'Ora

Cronaca. Foggia: L'imbecillità di pochi condanna l'intelligenza di molti

Fontanella distrutta zona Ex Inam (foto Guerino per Voce di Foggia) ndr.
di Nico Baratta

FOGGIA, 7 AGO. - Degrado urbano non è solo un luogo comune che accomuna molti comuni italiani. Scusate il gioco di parole, ma l'accostamento di sostantivi, aggettivi e verbi simili, fa ben comprendere il senso del concetto.
È vero, le difficoltà economiche comunali inducono gli amministratori a far scelte piuttosto di altre. Ma qui il problema è un altro. È l'imbecillità di pochi che condanna l'intelligenza di molti. Di quelli che vorrebbero una città vivibile, sana, sicura, a misura di tutti, senza barriere e con tanto verde e colori, dove il sorriso di un bambino o un bicchier d'acqua ad un'anziana signora ti affranca per tutta la giornata. 
A Foggia, come tante altre città di un Belpaese che sta svilendo nel suo estetismo culturale per politiche tranchant, prevale il grigiore, non solo dei palazzi ma del comun vivere e rispetto altrui, delle regole e del bene pubblico, dove ormai il cittadino cammina a testa china, anche per non cadere. 

Panchina distrutta (foto Mario per Voce di Foggia) ndr.
In queste ore su facebook si è aperta un'altra discussione, la solita ma significativa per il rispetto del bene comune. Una panchina, come altre, vandalizzata dal balordo di turno, che barbaramente l’ha privata di alcune travi in legno, non potrà più ospitare il cittadino stanco. E nelle stesse ore anche una fontanella, tra le ultime rimaste funzionanti, è stata "assassinata" da chi crede che dimostrare superiorità significa distruggere un bene comune. Due avvenimenti che non devono cadere nell'oblio di un'amministrazione che ha il dovere di porre rimedio, cercando i colpevoli tra i fotogrammi di quelle telecamere che dovrebbero servire anche a combattere, e perché no, eliminare il vandalismo urbano. Grazie al costante lavoro che anche la pagina social "Voce di Foggia" compie per denunciare simili incivili e illegali comportamenti, si è venuto a conoscenza che questa notte nella piazza antistante la Cattedrale una panchina è stata vandalizzata. Lo stesso dicasi per la fontanella adiacente il palazzo dell'ASL (ex Inam), quella su corso Roma ubicata sopra il parcheggio comunale. 
Si spera che mentre le Autorità competenti cercano gli imbecilli che hanno privato molti cittadini di due beni pubblici e comuni, il Comune di Foggia provveda a ripristinare il maltolto, nel bene di tutti e per l'intelligenza di molti.



Nessun commento