Ultim'Ora

Cronaca. Foggia. Estorsione al mercato del venerdì: duplice arresto della Polizia di Stato

Arresto (foto d'archivio) ndr.
di Redazione


FOGGIA, 23 SET. (Com. St.) -  Nella mattinata del 22 settembre, a seguito di laboriosa attività investigativa, personale della Squadra Mobile ha proceduto all’arresto per il reato di estorsione di PERDONO’Giuseppe cl. 88 e RUSSO Massimiliano cl. 75, entrambi foggiani pluripregiudicati, il primo in rapporti di parentela con il noto esponente della società foggiana Rocco MORETTI.

L’attività di indagine trae origine da una denuncia presentata nei giorni scorsi da un’associazione di categoria, che segnalava la presenza dall’inizio del mese di alcuni presumibili pregiudicati che ogni venerdi, giorno in cui opera il mercato comunale, si aggiravano presso le varie bancarelle chiedendo ai commercianti ambulanti, con tono minaccioso, la consegna di cinque euro. 

In alcune occasioni gli autori di tali minacce facevano riferimento alla necessità di sovvenzionare i detenuti familiari attualmente in carcere.

Nel corso di alcuni giorni sono stati sentiti dalla Squadra Mobile alcuni commercianti, le cui dichiarazioni confermavano l’ipotesi investigativa inerente le ripetute richieste estorsive poste in essere ogni venerdi all’interno del mercato comunale. 

Ieri, sin dalle prime ore del mattino, è stato prediposto un mirato servizio di osservazione, che ha consentito di individuare i due indagati che, passando da una bancarella ad un’altra, richiedevano con grande facilità la somma di cinque euro; dopo alcuni riscontri, il personale operante interveniva traendo in arresto i due autori delle ripetute richieste estorsive che, su disposizione del Pubblico Ministero sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari.

L’attività tempestiva e incisiva della Squadra Mobile ha permesso di interrompere sul nascere l’attività estorsiva; i servizi preventivi e investigativi proseguiranno comunque, senza tregua e con la massima attenzione, per contrastare questo fenomeno e far sentire tutelati i venditori del mercato comunale.





Nessun commento