Ultim'Ora

Bari. Duro colpo al narcotraffico dei carabinieri. Arrestati 4 trafficanti [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Droga e materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
Sequestrata una mitraglietta Uzi e 1 pistola di fabbricazione estera, nonche’ quasi 40 kg di droga,  del valore stimato sul mercato, di circa mezzo milione di euro

di Redazione

BARI, 23 OTT. (Comunicato St.) - Nella giornata di ieri, i carabinieri di Bari hanno conseguito due importanti risultati nel contrasto a gruppi criminali armati, attivi nella provincia, che agiscono nel settore del traffico di sostanze stupefacenti. Precisamente: 

A)     A Mola di Bari sono stati arrestati i fratelli B.M. di 22 anni e B.M. di 27 anni, solo il primo noto alle forze dell’ordine, entrambi fruttivendoli.  Gia’ dalla sera precedente i militari avevano predisposto un servizio di osservazione, controllo e pedinamento che aveva consentito di individuare i due germani mentre si introducevano all’interno di un casolare sito in contrada Pozzo Vivo, ereditato dal nonno defunto. I carabinieri, viste le circostanze di tempo e di luogo che davano adito a sospetti piu’ che fondati, al momento opportuno, hanno fatto irruzione e bloccato i due individui, i quali, tentavano invano di darsi alla fuga. Nel corso della minuziosa perquisizione, estesa anche alle pertinenze del caseggiato, i militari hanno rinvenuto un barile di plastica interrato, nel quale era occultato un vero e proprio deposito di armi, droga e munizioni, cosi’ suddivise: 

- nr. 1 pistola mitragliatrice scorpion completa di caricatore e nr. 16 proiettili cal. 7,65; 
- n. 2 pistole a salve, con relativo munizionamento, prive di tappo rosso; - 30 kg di sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisa in panetti; 
-   3 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana; 
-  100 gr di sostanza stupefacente del tipo cocaina. Nonche’ la somma contante di 10.000,00 euro ritenuta provento delle  illecite attivita’.  Immediato l’arresto dei due fratelli ed il sequestro delle armi, della droga, del denaro e del restante materiale.  

B) A Gioia del Colle, invece, i carabinieri della locale compagnia e della stazione di Putignano, in serata, hanno arrestato G. F. 35enne e P. G. 57enne, entrambi operai, solo il primo noto alle forze dell’ordine. I predetti sono stati infatti sorpresi all’interno di un box con: 
-       kg. 1,200 di cocaina; 
-       kg.1,800 di marijuana; 
-       kg.1,5 di eroina; 
-       kg. 1,5 di hashish; 
-       una pistola cal.7,65 con matricola abrasa, con 52 cartucce stesso calibro. 

Il tutto occultato all’interno di borse, contenitori in plastica e zaini. Oltre alla droga non poteva mancare tutto il materiale per il confezionamento, la somma di euro 600, 00 ritenuta il provento dell’illecita attitiva’. Per G.F. E per P.G. Si sono cosi’ aperte le porte del carcere di Bari, dovendo rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi da sparo.  Le armi e lo stupefacente in sequestro saranno inviati nei laboratori per le analisi della sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale per le analisi del caso.

Droga e materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
I distributori automatici manomessi. (foto cc.) ndr.
GIOIA DEL COLLE (BA): SVENTATO FURTO ALL’INTERNO DELL’ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE GALILEO GALILEI. ARRESTATO DAI CARABINIERI UN PREGIUDICATO 36ENNE DI SAMMICHELE DI BARI 

Nella notte i militari della Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle hanno sventato un furto all’interno di un istituto scolastico locale. Erano da poco passate le due di notte, quando è scattato l’allarme antintrusione dell’Istituto Tecnico industriale Statale “ Galileo Galilei”. Immediatamente sul posto è giunta la pattuglia del Nucleo Radiomobile che ha circondato lo stabile unitamente a personale della locale vigilanza privata. E’ stato così subito individuato e bloccato un giovane di 36anni che cercava di allontanarsi dal plesso. L’uomo già conosciuto per i suoi pregressi giudiziari è stato trovato in possesso di vari arnesi da scasso e numerose monete, per un valore complessivo di circa 80 euro. Il successivo accurato sopralluogo ha consentito di appurare che il fermato unitamente ad un complice in via di identificazione, aveva divelto l’inferriata di protezione di una finestra laterale dell’istituto e, una volta all’interno, aveva rovistato vari uffici per poi raggiungere il primo piano dove, dopo aver manomesso alcuni distributori automatici di bevande e snack, ne aveva asportato il contenuto. La refurtiva completamente recuperata è stata quindi restituita al legittimo proprietario. Inoltre, sono stati sottoposti a sequestro vari arnesi da scasso trovati nella disponibilità del malvivente. L’uomo è stato dichiarato in stato di arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso ed è stato tradotto agli arresti domiciliari in Sammichele di Bari, ove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.




Nessun commento