Ultim'Ora

Calcio. Foggia sconfitto ad Empoli e ultimo in classifica

Enrico Guarna portiere del Foggia (foto web) ndr.

di Mario Schena

FOGGIA, 08 OTT. - Un altro disastro in trasferta. Dopo i crolli di Pescara ed Avellino dimenticati dopo le belle prestazioni di Carpi e Brescia il Foggia torna pesantemente bastonato da Empoli dove la sconfitta è costata ai rossoneri l’ultimo posto in classifica. Un Foggia sufficiente nel primo tempo chiuso in parità e con un discreto possesso palla, ma letteralmente disastroso nella ripresa dove la coppia Caputo – Donnarumma ha spadroneggiato in lungo ed in largo. 
E’ finita tre a uno per l’Empoli ed ora a Stroppa dovrà pur capire perché questa squadra non riesce ad essere incisiva in attacco e così disattenta in difesa pur registrando il maggior possesso palla. Nota statistica; anche nell´ultimo precedente giocato nel dicembre 1996, i toscani che ebbero la meglio sui pugliesi con un netto 3-0. Ha diretto Eugenio Abbattista, della sezione di Molfetta coadiuvato da Orlando Pagnotta della sezione di Nocera Inferiore e Pasquale Capaldo della sezione di Napoli, quarto uomo Daniele Minielli di Varese. Foggia con Deli al posto dell’infortunato Agnelli e Fedato al posto di Floriano anche lui fuori per problemi fisici. La cronaca. Foggia subito pericoloso al primo minuto con Mazzeo che di tacco serve Deli libero in area che viene anticipato dall’ex rossonero Romagnoli che di punta anticipa di un soffio la battuta del centrocampista rossonero e salva. Il Foggia gioca meglio dei padroni di casa e si fa nuovamente pericoloso all’undicesimo quando sempre Mazzeo apre per Agazzi che crossa, ma Chiricò arriva con un attimo di ritardo per il tap-in vincente. 
Al quarto d’ora Fedato crossa per Chiricò che non è puntuale all’appuntamento. Foggia decisamente meglio dell’Empoli. Al ventiquattresimo Mazzeo d´esterno pesca Deli in area ma all´ultimo momento è un difensore che anticipa di testa e mette in angolo. Dopo un minuto il tiro di destro di Fedato da fuori area è parato da Provedel. Risponde l’Empoli che sugli sviluppi di un calcio d’angolo alla mezzora va vicinissimo al vantaggio con un colpo di testa di testa di Luperto sul quale è bravissimo Guarna la palla che si stampa sulla traversa. La ripresa vede un Empoli decisamente più incisivo Vivarini lo ha strigliato nell’intervallo e la squadra è entrata in campo con un altro piglio. Dopo cinque minuti va fuori di un soffio a lato la botta di Donnarumma da fuori area. Al decimo il Foggia ha la più ghiotta occasione della gara per passare in vantaggio. 
Sul cross di Chiricò esce di pugno Provedel che respinge sui piedi dell’accorrente Fedato che manda incredibilmente sul fondo a porta vuota. Inizia il quarto d’ora di terrore per il Foggia. Al quattordicesimo l’Empoli passa in vantaggio Pasqual, dal fondo manda un traversone rasoterra che Guarna non intercetta, alle sue spalle arriva Caputo che insacca. Dopo sei minuti i toscani raddoppiano ancora con Ciccio Caputo che detta il passaggio in profondità a Minkovic e infila Guarna in uscita. Passano tre minuti e l’estremo difensore rossonero salva di piedi sulla conclusione in area di Donnarumma, ma un minuto dopo sugli sviluppi di un calcio d’angolo è Donnamrumma a mettere in rete di testa con la complicità dell’intera retroguardia. 
Nel Foggia entra Beretta che apre spazi in attacco e al quarantaduesimo il giovane attaccante di scuola Milan fa a sportellate e poi serve Calderini, il quale evita il portiere e serve Mazzeo che deposita in rete. Nei tre minuti di recupero va segnalato un rigore non concesso al Foggia per fallo di mano di Romagnoli. Triplice fischio e tutti a casa, compreso gli oltre mille tifosi rossoneri presenti al “Castellani”. Monta la delusione e serpeggia un pizzico di malumore. Venerdì sera nell’anticipo alle 20.30 allo “Zaccheria” ci sarà il Perugia. Avversario scomodo per un Foggia bisognoso di punti.


Nessun commento