Ultim'Ora

Sport. Maestro Francesco Yamato un Ninja a Bari

Maestro Francesco Yamato. (foto web) ndr.
Maestro Francesco Yamato, praticante Bujinkan dal 2003, iscritto regolarmente all’Albo Internazionale degli Istruttori Bujinkan Shidoshi-Kai e fondatore del gruppo Koryu Bujinkan Dojo di Bari. Insegna attualmente a Bari e provincia la disciplina Budo Taijutsu/Ninjutsu di Sensei Masaaki Hatsumi. Sede a Bari Associazione Sportiva Dilettantistica Gym Body&Brain e Angiulli Gym. Sede a Palese Associazione Sportiva Dilettantistica Il Tempio 



di Rocco Ventrella

BARI, 6 OTT. - Ryū-ha (流派, letteralmente “scuola” o “scuola di pensiero”), è una parola giapponese che fa riferimento alla scuola di pensiero in ogni disciplina, quindi anche in quella Marziale. Nel Budo Taijutsu, come in altre Arti Marziali, gli insegnamenti erano passati tramite Kuden (口伝 – tradizione orale) o Ryū Densho (pergamena della scuola) nei quali erano riportate diverse informazioni sulla scuola quali la storia, la filosofia, le tecniche, le strategie, il linguaggio, etc. La trasmissione di un Densho è considerata di grande importanza in quanto documento di padronanza per un determinato Ryū. Tuttavia la trasmissione tramite Kuden è altrettanto importante in quanto parte di un conceto più profondo che prevede una perfetta sintonia nella comunicazione da cuore a cuore. A livello tecnico un Ryū-ha si strutturava nella maggior parte dei casi in quello che potremmo definire come livelli: Shoden (iniziale o di base), Chuden (intermedio) ed Okuden (alto o avanzato).
Le arti marziali costituiscono un fattore di miglioramento sia dal punto di vista mentale che fisico. Rappresentano una sistema di pratiche tradizionali e di allenamento al combattimento, le quali racchiudono tecniche fondate su principi fisici e filosofici. Oggi, le arti marziali vengono studiate per varie ragioni: ottenere abilità di combattimento, autodifesa, sport, salute fisica, autocontrollo, meditazione, acquisire confidenza col proprio corpo, sicurezza nelle proprie capacità e consapevolezza dei propri limiti. Ecco perchè studiare le Arti Marziali è importante, perchè contribuisce a migliorare le fasi di apprendimento psicomotorio, vivendo nuove esperienze senso-percettive-motorie, strutturando la propria identità corporea, coprendo lo spazio inteso anche come rispetto e gestione dello spazio occupato dagli altri , gestendo gli imprevisti e sviluppando capacità di osservazione e di vincere le nostre paure apprendendo metodi per mantenere la propria incolumità morale e fisica.



Nessun commento