Ultim'Ora

Taranto. Marina Militare e WWF insieme a tutela dell'ambiente

Mascellaro e Millarte inaugurano il progetto (foto L.Manna) ndr

di Luciano Manna


L'accordo per rivalutare giardini storici
TARANTO, 15 OTT. – In una meravigliosa domenica di ottobre con temperature primaverili partono le operazioni di rivalutazione dei giardini siti all'interno del Centro Ospedaliero Militare di Taranto a seguito dell'accordo raggiunto dalla Marina Militare e dal WWF Taranto per riscoprire e tutelare la flora e la fauna di un luogo storico che un tempo era vissuto anche da Monsignor Capecelatro, Arcivescovo di Taranto dal 1778 al 1816.

Per il direttore del Centro Ospedaliero, il Capitano di Vascello Vincenzo Mascellaro, che simbolicamente ha inaugurato il progetto piantando un piccolo arbusto nel terreno "è un'occasione per rivedere questa villa curata con particolare attenzione alla flora e alla fauna. Oggi diamo praticamente il via all'accordo che con piacere abbiamo stipulato con Il WWF di Taranto perché abbiamo intenzione di riportare in vita questa meravigliosa villa antica piena di piante, anche rare, ed alberi secolari. Con l'aiuto del WWF la ripopoleremo per tenerla ancora aperta al pubblico, infatti, nei prossimi due mesi, ogni sabato sarà possibile visitare questa villa. Stringendoci la mano e lavorando come una vera squadra riporteremo quest'area verde allo splendore di un tempo".

Marco Ontino, ingegnere ambientale che collabora con la sezione tarantina del WWF e che cura la parte tecnica del progetto, ci racconta che "si sta provvedendo a ripopolare l'area verde con piante mediterranee che un tempo popolavano queste aree: rosmarini, mirti, tra cui il mirto tarantino, alloro. E' una zona molto vasta, per cui per il momento siamo partiti da alcune piccole aree per poi proseguire il nostro progetto curando l'intera area al fine di concretizzare lo studio condotto su questo ambiente. A tal fine, ad esempio, ci siamo informati sulla storia di Monsignor Capecelatro con articoli del 1900 circa che descrivevano quest'area verde. Il nostro lavoro, quindi, si ispira a quello che Capecelatro curava con passione e dedizione".

"Nasce grazie alla collaborazione con la Marina Militare - ci racconta il presidente del WWF Taranto, Fabio Millarte - che ci ha contattato per realizzare un  percorso di ristrutturazione di questa meravigliosa e storica area verde. Abbiamo quindi fatto un accordo, firmato dalle parti, ed oggi partiamo con il progetto che si propone di non alterare nulla di quanto è presente oggi ma aggiunge presenze botaniche, che già c'erano in questa villa molti anni fa, per ricreare un ambiente atto alla fruizione e compartecipazione dell'uomo con la natura. Tutto questo si svolge all'interno di una cornice nazionale che è caratterizzata dall'evento del WWF Italia "Urban Nature" che serve a individuare specie botaniche ed animali presenti nelle nostre città. Qui, oggi, gli studenti della scuola Archita parteciperanno ad una caccia al tesoro che farà un censimento delle specie botaniche in questo giardino che poi confluirà in un database nazionale".



Nessun commento