Ultim'Ora

Andria (BT). Continuano i servizi a largo raggio dei Carabinieri. Un arresto, quattro denunce e 9 persone segnalate per uso di sostanze stupefacenti

Andria (BT). Continuano i servizi a largo raggio dei Carabinieri (f

di Redazione

ANDRIA (BT), 27 NOV. - Continuano i servizi coordinati di controllo del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Andria, sulla città e anche nei Comuni di Minervino Murge e Spinazzola, le cui finalità sono quelle di garantire più sicurezza alla popolazione attraverso posti di controllo lungo le più importanti arterie stradali, nelle zone sensibili sotto il profilo della sicurezza pubblica e nel controllo delle persone sottoposte alle misure di detenzione domiciliare e di prevenzione. Nel corso del particolare servizio sono stati impiegati complessivamente 20 uomini dell’Arma che hanno consentito di identificare 94 persone, tra cui 23 sottoposte ai domiciliari e 7 alla sorveglianza speciale di p.s., nonché di controllare circa 50 autovetture e di elevare 5 contravvenzioni al Codice della Strada. Un pregiudicato di Minervino Murge, di 50 anni, è stato arrestato su ordine dell’Autorità Giudiziaria, in quanto riconosciuto colpevole di alcune violazioni agli obblighi della detenzione domiciliare cui è sottoposto. Lo stesso, tratto in arresto dai militari della Stazione di Minervino Murge, è stato associato presso la Casa Circondariale di Trani. Intensificata anche la vigilanza nel zone rurali, nel corso della quale sono stati denunciati in stato di libertà quattro individui ritenuti responsabili di aver asportato olive all’interno di un appezzamento di terreno ubicato in Andria, località “Torricciola”, provocando danni significativi agli alberi. Sono state individuate 9 persone sorprese a consumare o detenere modici quantitativi di sostanze stupefacenti, c.d. “leggere”, tutte segnalate alla Prefettura di Barletta-Andria-Trani. Sequestrati complessivamente circa 15 grammi di sostanze stupefacenti, tra marijuana e hashish. L’intero dispositivo è stato supportato dalle ricognizioni aeree effettuate dall’elicottero dei Carabinieri del 6° Elinucleo di Bari che ha fornito una validissima ed efficace collaborazione, specie nella vigilanza effettuata nelle campagne dell’intero circondario, particolarmente sotto osservazione in questo periodo caratterizzato dalla raccolta delle olive per la produzione del c.d. “oro verde”.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento