Ultim'Ora

Bari. Rapina in villa ad anziana. I carabinieri arrestano la badante infedele e quattro complici [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO] [VIDEO]


di Redazione

BARI, 15 NOV. (Comunicato St.) - Questa mattina, personale del Comando Provinciale di Bari ha dato esecuzione a 5 ordinanze di custodia cautelare (2 delle quali in carcere e le rimanenti 3 in regime domiciliare), emesse dal GIP del Tribunale barese, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di altrettanti soggetti, ritenuti responsabili di rapina aggravata, in concorso. L’indagine, avvi<zata il 19 ottobre 2016 dalla Compagnia di Bari S. Paolo, a seguito della commissione di una rapina, nel rione cittadino periferico di Palese, consumata ai danni di una 72enne, nella sua abitazione, è stata condotta attraverso articolate attività tecniche e dinamiche, talché da individuare negli indagati gli autori del grave fatto. In particolare la badante dell’anziana, anch’ella destinataria della misura odierna, ha permesso agli altri complici, tra i quali figura il suo compagno, di accedere liberamente nella dimora della vittima, laddove scardinavano, da una delle pareti del living, la cassaforte contenente gioielli del valore stimato pari a 15.000 euro, che provvedevano a depredare successivamente del suo prezioso contenuto. Durante le varie fasi di consumazione del delitto, i malviventi, travisati con passamontagna e con indosso indumenti scuri, costringevano l’anziana, con gravi problemi di deambulazione, al momento presente in casa, ad assistere senza poter invocare aiuto, minacciandola brutalmente. La povera donna, probabilmente a causa del trauma subito per la vicenda, dopo due giorni, veniva colpita da un infarto cardiaco, dagli esiti del quale è ancora in via di ripresa.


Aggiungi didascalia
GIOIA DEL COLLE (BA). I CARABINIERI RITROVANO UNA PERSONA SCOMPARSA 

L’altra sera, presso gli uffici del Comando Stazione Carabinieri di Gioia del Colle (Ba) è stata denunciata la scomparsa di un’anziana donna, allontanatasi da casa alle 09.00 circa precedenti senza più fare ritorno. La segnalazione fatta ai militari alle 17.00 circa, ha di fatto avviato le ricerche della 78enne che tra l’altro non era in condizioni fisiche ottimali ed aveva anche problemi di deambulazione. È stata quindi chiesta l’immediata attivazione del Piano Provinciale di ricerche della persone scomparse, della Prefettura di Bari. Sono state redatte la schede ricerche dell’anziana ed allertate le associazioni di volontariato locali e la Polizia Municipale. I Carabinieri hanno quindi iniziato a ritroso l’ipotetico tragitto percorso dalla signora ed una volta raggiunta la sua abitazione, nel centro storico di Gioia del Colle, hanno sentito tutti vicini di casa nonché i gestori delle varie attività commerciali del posto. La notizia si è immediatamente diffusa nel paese e sono subito arrivate le prime utili segnalazioni di avvistamento della signora, tutte avvenute nella mattinata; la donna era stata notata da più testimoni verso la periferia gioiese. Sono state allertate e dirottate nell’area tutte le pattuglia del Comando Compagnia Carabinieri e sono iniziate mirate battute e rastrellamenti proprio nella zona dell’ultimo avvistamento, e cioè dall’inizio di via Lagomagno. La caparbietà dei militari, che hanno continuato le ricerche nonostante il buio pesto, è stata ripagata con il ritrovamento della donna, in una stradina interpoderale, ove era distesa in mezzo alla vegetazione. Riscostruendo l’accaduto si presume che l’anziana, forse in stato confusionale, avesse imboccato a piedi, alle 12.00 circa di ieri, quella stradina rurale, addentrandosi quindi nei due vigneti adiacenti; poi, perduto l’equilibrio, ha rovinato a terra, non riuscendo più ad alzarsi. Ed è stata trovata, alle 22.00 circa successive, ancora per terra, orma priva di forze ma cosciente, infreddolita e coperta dalla alta vegetazione presente. Disperata per l’accaduto, non aveva neanche più la forza di gridare. Alla vista dei militari è subito scoppiata in lacrime ed una volta ripresa li ha ringraziati con un abbraccio. Immediatamente soccorsa da personale 118 intervenuto, ha avuto le cure del caso, per poi essere accompagnata a casa al termine dei dovuti accertamenti sanitari. 

I mezzi rinvenuti. (foto cc.) ndr.

NOICATTARO  (BA). RINVENUTI DAI CARABINIERI A VALENZANO (BA) ED ADELFIA (BA)  6 MEZZI PESANTI, TRA I QUALI 3 AUTOCOMPATTATORI, ASPORTATI NELLA NOTTE 

Ieri notte a Noicattaro è avvenuto un maxi-furto di mezzi pesanti utilizzati per la raccolta di rifiuti nel Comune nojano. Sei in tutto i mezzi rubati, tra cui tre autocompattatori e un autocarro con braccio meccanico, per un valore commerciale complessivo di quasi 800.000 euro. I malviventi, sfruttando il buio della notte, si sono introdotti furtivamente all’interno del deposito mezzi. Dopo aver forzato la porta del locale adibito ad ufficio, sono riusciti a trovare le chiavi degli autocarri parcheggiati nella struttura e grazie a queste a fuggire, dopo aver manomesso ed aperto il cancello principale. L’immediato allarme dato dai titolari dell’azienda, tuttavia, ha permesso ai Carabinieri del Comando Provinciale di Bari di mettersi subito sulle tracce dei malfattori. Alle prime luci dell’alba è cominciata un attenta e scrupolosa perlustrazione estesa non solo all’agro del Comune nojano, ma a tutto l’hinterland sud-barese. L’incessante attività di ricerca e gli immediati sviluppi investigativi hanno permesso quindi ai militari di trovare i mezzi rubati già in mattinata. Le tracce lasciate dai malfattori hanno condotto i Carabinieri in due diversi siti industriali abbandonati, ubicati nell’agro tra Valenzano ed Adelfia. All’ interno di tre capannoni abbandonati, infatti, i militari hanno rinvenuto i mezzi opportunamente occultati in differenti luoghi, perfettamente integri e pronti per essere nuovamente spostati nelle ore notturne. I Carabinieri indagano per giungere agli autori del misfatto non escludendo nessuna pista investigativa. Nel frattempo il rinvenimento di tutti i mezzi, che sono stati restituiti agli aventi diritto, ha consentito di non sospendere l’attività di raccolta dei rifiuti nel Comune di Noicattaro evitando disagi ai cittadini.

Aggiungi didascalia
RUVO DI PUGLIA (BA). TOPI D’APPARTAMENTO COLTI CON LE MANI NEL SACCO. DUE ARRESTI DEI CARABINIERI 

I Carabinieri della Stazione di Ruvo di Puglia hanno arrestato due persone per furto in appartamento in concorso. I fatti si sono verificati ieri pomeriggio in una zona periferica della cittadina. Nel rincasare il padre del proprietario di casa scorge due uomini che, scoperti in flagranza e carichi di un pesante fardello, cercano di darsi alla fuga. Parte della refurtiva resterà per fortuna proprio sul selciato nei pressi dell’abitazione, mentre i malfattori scappano a gambe levate. Determinante il contributo di una guardia campestre, di passaggio nella zona, la quale, notata la scena, blocca uno dei due correi, un giovane appena diciottenne e contatta il 112, chiedendo rinforzi. Immediato l’arrivo dei Carabinieri della locale Stazione e le contestuali tempestive investigazioni. Avuta la descrizione del fuggitivo e risaliti alle frequentazioni del 18enne, i militari operanti riescono ad individuare rapidamente il correo, un 33enne, già noto alle forze dell’ordine e lo rintracciano presso la sua abitazione, ove era rientrato frettolosamente nel vano tentativo di costruirsi un alibi. Ultimati gli accertamenti presso gli uffici del Comando Stazione di Ruvo di Puglia, i due ladri, colti con le mani nel sacco, sono stati arrestati. Il più giovane è finito presso la dimora di residenza in regime di arresti domiciliari, mentre l’altro è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Trani (BT), entrambi in attesa di essere giudicati per il furto aggravato in concorso. La refurtiva, ammontante a circa 5000 euro, è stata recuperata solo in parte e restituita all’avente diritto.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento