Ultim'Ora

Calcio. il derby lo vince il Bari ma che fatica contro un buon Foggia

Galano l'autore del gol (foto web) ndr

di Mario Schena

FOGGIA, 26 NOV. - Il Bari si aggiudica il quarantunesimo derby di Campionato e consolida il primo posto in classifica. Vince la squadra di Grosso, ma deve soffrire ed aspettare fino al novantaduesimo quando il “foggiano” Galano spinge in porta un assist di Floro Flores. Va sottolineato che i biancorossi hanno sofferto e non poco per sbloccare il risultato che hanno ottenuto quando il Foggia era in dieci uomini per l’espulsione per doppio giallo di Coletti. Bari al completo, Foggia senza sette titolari con in porta il giovanissimo debuttante Tarolli di soli vent’anni. Prima occasione per il Foggia con Loiacono che all’ottavo alza sulla traversa un pallone servitogli da Coletti su calcio di punizione. Asl nono Tarolli blocca una conclusione di Galano. All’undicesimo Cross dalla sinistra di Celli per Fedato che tenta la giocata di tacco ma manda alto. 
Al quattordicesimo dopo un contrasto aereo tra Camporese e Cissè, la palla diventa buona per Galano che lascia partire un destro di prima intenzione che termina sul fondo. Al ventesimo è Fedato dalla destra e lascia partire un destro che, smorzato da Fiamozzi, forse con un braccio, termina debolmente tra le braccia di Micai. Al minuto ventitré Fedato pesca Calderini che tocca per Beretta che però viene murato al momento del tiro. Al trentacinquesimo il Bari sfiora il vantaggio. Su angolo battuto da Galano Improta svetta su tutti colpisce di testa il pallone che termina sul fondo dopo aver fatto la barba al palo.  Quattro minuti dopo Vacca perde palla a centrocampo, Petriccione lancia Cissé che manda fuori. Sul capovolgimento di fronte Beretta manda fuori dopo aver ben eluso la trappola del fuorigioco e bruciato in velocità il diretto marcatore. Il tempo si chiude con una punizione dalla trequarti per il Foggia che Coletti manda tra le braccia di Micai. Nesssun cambio ad inizio di ripresa. All’ottavo ci prova uno spento Cissè, ma il giovane portiere rossonero si fa trovare pronto. Nel Bari dentro Brienza e Floro Flores fuori Basha e Cissè. Nel Foggia Chiricò prende il posto di Calderini e Fedele quello di Agnelli. 
Al trentunesimo bravo e disinvolto Tarolli che esce di testa e sventa una minaccia al limite della sua area di rigore. Espulso Coletti a dieci minuti dal termine, Stroppa manda in campo Empereur al posto di Fedato. Il Bari preme ed entra anche Nenè. L squadra biancorossa pressa il Foggia che ormai pensa solo a difendere un prezioso pareggio. Quattro i minuti di recupero concessi. Al novantunesimo Micai vola a bloccare il pallone su angolo del Foggia e sul capovolgimento di fronte arriva il vantaggio biancorosso grazie alla difesa foggiana che sbaglia il fuorigioco, permettendo a Floro Flores di ricevere uno splendido pallone da Brienza e servire a Galano il più facile dei tap-in. All’ultimo minuto di recupero punizione in favore del Foggia con la palla che rimbalza pericolosamente nell´area piccola, senza sortire effetti. Vince quindi il Bari, che la vittoria l’ha cercata, onore al Foggia troppo indebolito delle assenze, ma che tutto sommato ha giocato una onesta partita senza soffrire più di tanto.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento