Ultim'Ora

Casamassima (Ba). Sorpreso mentre preparava le dosi per lo spaccio. In carcere un 24enne [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La droga eil materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

CASAMASSIMA (BA), 18 NOV. (Comunicato St.) - I Carabinieri della Stazione di Casamassima, nel corso di un mirato servizio volto a prevenire e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza P.G., 24enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine. I Carabinieri della locale Stazione, venuti a conoscenza che nella zona periferica della città avvenivano movimenti sospetti legati allo spaccio della droga, decidevano di svolgere un servizio di osservazione nei pressi di un terreno non coltivato. Ad un certo punto notavano un giovane entrare velocemente in una villetta di C.da la Pigna, e dirigersi in un deposito, ubicato nella parte retrostante dell’immobile. Considerate le circostanze sospette, i militari bloccavano il giovane a cui spiegavano il motivo della loro presenza ed iniziavano la perquisizione personale; il ragazzo vistosi ormai scoperto non poteva fare altro che consegnare alcune dosi di hashish, circa 8 grammi, suddivisi in stecchette, nascoste nel borsello personale. Ma la successiva perquisizione, proprio all’interno deposito, permetteva ai Carabinieri di rinvenire fra i sacchi di mangime, panetti di hashish per un peso complessivo di oltre un chilogrammo, dosi di cocaina per complessivi 50 grammi e varie dosi di eroina, per 10 grammi totali, nonché bilancini e materiale vario per il confezionamento della droga. Ma oltre alla droga, i militari rinvenivano e sequestravano anche una pistola marca Whalter, calibro 6,35, con colpo in canna e relativo munizionamento, illegalmente detenuta. Per il 24enne sono così scattate le manette, dovendo rispondere della detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di arma da sparo con relativo munizionamento. Per lui si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Bari, ove rimarrà a disposizione del Pubblico Ministero informato dell’accaduto. La droga nei prossimi giorni verrà analizzata dal Laboratorio Analisi del Comando Provinciale Carabinieri di Bari al fine di definirne con precisione la qualità. 

Controlli dei cc. ad Andria. (foto cc.) ndr.
ANDRIA (BT). GRAZIE A DIVERSE SEGNALAZIONI PERVENUTE AL 112 I CARABINIERI ARRESTANO IN FLAGRANZA UN PREGIUDICATO 38ENNE PER FURTO D’AUTO 

Ancora un altro “topo” d’auto è finito nella rete dei Carabinieri della Compagnia di Andria, nel corso di intensificati servizi di controllo del territorio predisposti in area urbana. Questa volta a finire in manette è stato un 38enne andriese, L.F., già noto alle Forze dell’Ordine per analoghi precedenti. In particolare il prevenuto è stato notato da alcuni passanti mentre, su via Stazio, armeggiava su una Opel Mokka di recente immatricolazione. La preziosissima collaborazione dei cittadini andriesi, concretizzatasi con diverse segnalazioni al 112 di Pronto Intervento, consentiva alla Centrale Operativa della Compagnia di Andria di coordinare le prime ricerche, attivando le autoradio sull’intero territorio. In particolare una gazzella dell’Aliquota Radiomobile, prontamente giunta nei pressi del luogo dove nel frattempo si era consumato il furto dell’autovettura, apprendeva la direzione di fuga e, di conseguenza, attivava la Centrale Operativa che faceva convergere in zona più autoradio. Dopo qualche minuto, infatti, gli stessi militari, in via della Rivoluzione, intercettavano il malvivente a bordo dell’Opel. Ne nasceva un rocambolesco inseguimento, durato per diversi chilometri ed interrottosi solo allorquando il malvivente ha desistito, ormai sentitosi braccato dagli operanti e dal sopraggiungere di altre autoradio. Recuperata l’autovettura, ancora del tutto integra, la stessa è stata restituita al proprietario. L’arrestato L.F. su disposizione della Procura, è stato associato presso la Casa Circondariale di Trani. Ancora una volta i Carabinieri sottolineano come la collaborazione della cittadinanza, vera coprotagonista della sicurezza, si sia rivelata di fondamentale importanza per consentire un efficace e risolutivo intervento della forza pubblica, nella flagranza di un furto di auto, che ha consentito l’arresto dell’autore e la riconsegna del veicolo al legittimo proprietario. Segnalare al 112, a qualsiasi ora del giorno o della notte, la presenza di persone o mezzi sospetti è senza dubbio il migliore presupposto a garanzia della sicurezza pubblica.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento