Ultim'Ora

Attualità. Violenza sulle donne: le donne del Gargano a Palazzo Celestini. Parla la presidente Caterina la Torre

Caterina La Torre Pres. UDI Gargano (foto UDI) ndr.
di Nico Baratta

MANFREDONIA (FG), 26 NOV. - Sabato 25 novembre 2017, in occasione della “Giornata contro la violenza sulle donne”, a Manfredonia, presso Palazzo Celestini, si è svolto un convegno, “Contro la violenza sulle donne”, organizzato dall’associazione UDI –Unione Donne in Italia- sezione Gargano. Molti son stati i temi affrontati corredati da rappresentazioni artistiche, con esperti del settore e rappresentanti delle istituzioni locali. A Caterina La Torre, Presidente UDI sez. Gargano, montanara DOC, son state rivolte alcune domande sull’evento.

D: Presidente come ha vissuto questo evento e che valenza attribuisce?

R: Noi donne dell’UDI siamo pienamente soddisfatte dell’evento del 25 novembre svolto a Manfredonia a Palazzo dei Celestini. C’è stata piena partecipazione e attenzione sui temi trattati dalle nostre relatrici prof.ssa Milena Casalini e l'avv. Alfonsina Lombardi. Toccante, poi è stata la testimonianza di Silvia Ortuso e l' emozionante recitazione dello "Stupro" di Franca interpretata dell’ attrice Angela Lombardi.

D: Come nasce l’UDI e di cosa si occupa?

R: L ‘UDI (Unione Donne in Italia) è l’associazione che da almeno 45 anni si occupa di violenza , dalla “Convenzione No More” alla staffetta, da “stop al femminicidio” (termine del 2006 introdotto dall’ UDI quando nessuno ancora ne parlava), alla legge di iniziativa popolare, alle Botte in famiglia (prima iniziativa del comune di Roma grazie ad UDI di Roma e le Gocce ed Anita Pasquali). Teniamo quindi a sottolineare che noi dell’ UDI non organizziamo solo eventi per il 25 novembre o l’ 8 marzo, ma cerchiamo di lavorare tutto l’anno e su vari fronti, perché quando acacdono le tragedie indignarsi è facile, ma poi bisogna “fare” per prevenire ed aiutare realmente le vittime e soprattutto per cambiare cultura e la mentalità nel nostro paese. Ricordiamo anche che l’ UDI si è costituita più volte parte civile in casi di femminicidio. Meno di un mese fa UDI Modena ha vinto una causa che seguiva da tempo. Questa è una responsabilità che l ‘UDI stessa si è assunta da tantissimi anni e che anche la neo associazione UDI Gargano intende perseguire. Siamo nate da tre mesi, non siamo la concorrenza ma la “ finestra sul territorio nazionale” per tutto il mondo dell’associazionismo femminile del Gargano, un’opportunità per anche le altre associazioni per progetti che l’UDI stesso propone.

D: Presidente La Torre come vive questa sua importante carica garganica e impegnativa azione associativa?

R: Personalmente la vivo come un contributo verso la mia terra a cui sono molto legata. Non bisogna mai perdere di vista l’obbiettivo principale: donne che lavorano per le donne, senza esclusione! Siamo convinte che fare rete sia fondamentale per un vero e significativo passo avanti sul Gargano.

D: Di fatto l’UDI sez. Gargano in terra propria cosa ha organizzato?

R: Già qualche mese fa abbiamo cercato di organizzare una tavola rotonda a Monte Sant’ Angelo per fare insieme il punto della situazione. Purtroppo ad oggi la cosa non è ancora stata possibile. Tuttavia dopo questo evento si sono aperti spiragli e ponti in questa direzione. Chiediamo a tutte le associazioni di contattarci per questo grande progetto insieme. Solo insieme possiamo essere una vera voce per le donne. In soli tre mesi abbiamo già fatto tante cose.

D. E’ noto che Lei a Monte Sant’Angelo ha già fatto qualcosa. Se ne parla e pare abbia avuto la risposta attesa. Ce ne può parlare?

R: In settembre ho personalmente promosso e partecipato ad un bando ministeriale con il comune di Monte Sant’ Angelo, il cui perno è “L’educazione alla differenza di genere” su vari livelli, formativi ed informativi, coinvolgendo scuola, consultorio, UDI e formatori a vari livelli di competenze. Crediamo che l’educare all’ identità e differenza di genere tra i giovani e la cittadinanza sia la chiave per la prevenire la violenza sulle donne.

D: Future iniziative?

R: Stiamo preparando un evento per Natale in cui ci presenteremo ufficialmente come associazione al comune di Monte Sant’ Angelo ed un progetto con il consultorio familiare e biblioteca, anche in altri comuni. In cantiere abbiamo tante altre cose che coinvolgeranno anche altre realtà associative.

D: Vuole ringraziare qualcuno per la riuscita del convegno?

R: Un ringraziamento va al comune di Manfredonia per averci ospitato, all’Assessore alle Politiche Sociali Noemi Frattaruolo, alle Forze dell’Ordine dei Carabinieri, al Vice Presidente della Regione Puglia Giandiego Gatta, al Sindaco di Monte Sant’ Angelo Pierpaolo D’Arienzo ed all’Assessore Rosa Palomba. Ringrazio a nome dell’UDI i giornalisti intervenuti al convegno e chi si è interessato a tal evento. Ringrazio le donne che ci hanno regalato libri, con i complimenti e tutto il calore della mia amata terra.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento