Ultim'Ora

Bari.Arrestati dalla Polizia di Stato due ladri d’appartamento [CRONACA DELLA P.S: ALL'INTERNO]

I gioielli rubati. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 14 DIC. (Comunicato St.) - Nella mattinata di ieri a Bari, la Polizia di Stato, nell’ambito di specifici servizi per il contrasto dei reati contro il patrimonio, intensificati in occasione delle festività natalizie, ha tratto in arresto, in flagranza dei reati di furto pluriaggravato e ricettazione in concorso, due baresi, entrambi con precedenti di polizia, di cui uno anche specifici. I predetti, venivano visti entrare all’interno di uno stabile, ubicato nel quartiere cittadino di Carrassi, dai poliziotti dei “falchi” della Squadra Mobile che li riconoscevano come noti soggetti residenti nel quartiere Japigia, quindi fuori zona. Gli agenti della Sezione Contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile entravano nello stabile ove sorprendevano i due mentre scendevano velocemente le scale e li bloccaavano in attesa che altro personale accertasse se fosse stato consumato un furto in una delle abitazioni; infatti, come poi accertato, i due erano entrati, con una chiave adulterina, nell’appartamento di un’anziana signora, al momento assente, ed avevano asportato la somma di 250 euro custodita in un armadio. Nella circostanza, veniva rinvenuta indosso ad uno degli arrestati anche la chiave di accesso all’appartamento riprodotta fedelmente. Nella disponibilità dei due arrestati, inoltre, vi era anche una fede nuziale ed una collanina in oro bianco con perla che, ritenuti provento di altro furto, venivano sequestrati. Al termine degli atti di rito, gli arrestati sono stati associati presso la Casa circondariale di Bari a disposizione dell’A.G. Proseguono le investigazioni tese alla raccolta di ulteriori elementi di responsabilità a loro carico in relazione, verosimilmente, alla commissione di ulteriori furti in abitazione verificatisi in questo centro. 

- Nella giornata di ieri la Polizia di Stato, ha dato esecuzione a 3 misure di custodia cautelare in carcere disposta dal GIP del Tribunale di Trani su richiesta della Procura della Repubblica di Trani nei confronti di 3 canosini, gravati da precedenti penali per reati contro il patrimonio; i reati contestati sono rapina e tentata rapina a mano armata aggravata in danno di supermercati. Si tratta di: Lorusso Mario, 45 anni, Lorusso Giovanni, 22 anni, sorvegliato speciale con obbligo di dimora, Daniele Savino Gentile, 23 anni. Una quarta ragazza, minorenne, è indagata in stato di libertà presso la Procura dei Minori della Repubblica di Bari. Gli accertamenti svolti dai poliziotti del Commissariato di P.S., attraverso attività tecnica, ricostruzione delle immagini eseguita della Polizia Scientifica e riscontri testimoniali, hanno permesso di accertare con dovizia di particolari che Mario Lorusso aveva assoldato il figlio Giovanni ed un suo amico, il Gentile, per rapinare alcuni supermercati di Canosa di Puglia. Dopo una prima rapina andata a segno ai danni di un discount il 27 maggio scorso, l’intervento tempestivo della Polizia presso un altro discount l’8 giugno scorso consentiva di sventare una seconda rapina; la banda, alla vista degli agenti di polizia, si dava alla fuga ma veniva immediatamente intercettata e i componenti identificati. Dopo le formalità di rito, gli arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento