Ultim'Ora

Cronaca. Dall'Antimafia confiscati a Orta Nova ingenti beni a Francesco Gaeta

Alcuni dei beni confiscati (foto CC) ndr.
di Redazione

ORTA NOVA (FG), 14 DIC. (Com. St.) - Nella mattinata di oggi il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Foggia haeseguito la misura di prevenzione della confisca emessa, ai sensi del Codice Antimafia, dalTribunale di Foggia - Ufficio Misure di Prevenzione su richiesta della Procura della Repubblica diFoggia, nei confronti di GAETA Francesco, classe '58, ritenuto elemento di vertice del gruppo criminale GAETA, operante in Orta Nova e collegato al clan MORETTI-PELLEGRINO- LANZA di Foggia.
Il GAETA annovera diversi precedenti per rapine aggravate, furto, ricettazione e riciclaggio ed è stato condannato, nel 2008, per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti nell’ambito dell’operazione denominata “Veleno”.
La misura è scaturita dalle risultanze delle indagini patrimoniali svolte dal Nucleo Investigativo di Foggia, che hanno consentito di accertare una assoluta sproporzione tra i redditi dichiarati da GAETA Francesco, il quale è titolare di una cooperativa di trasporti, e il tenore di vita del suo nucleo familiare, sproporzione avvalorata ulteriormente dai numerosi beni immobili, anche di pregio, posseduti dallo stesso e dai suoi familiari.

Alcuni dei beni confiscati (foto CC) ndr.
Pertanto se ne desume che i beni posseduti costituiscano il frutto o il reimpiego delle attività illecite poste in essere, nel corso degli anni, da GAETA Francesco.
Per tali ragioni è stata disposta la confisca dei seguenti beni, alcuni intestati a GAETA Francesco, alcuni alla moglie, tutti situati nel comune di Orta Nova:
- 4 unità immobiliari adibite ad abitazione, rispettivamente di 120, 100, 90 e 80 mq;
- 4 terreni per un’estensione complessiva di circa 1 ettaro;
- 2 locali adibiti a box della consistenza di 85 e 32 mq;
- saldi attivi di conti correnti bancari pari a 50.000 euro circa.
Il valore totale dei beni confiscati è stato stimato in circa 1 milione di euro.

lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento