Ultim'Ora

Bari. Arrestati dalla Polizia due fratelli per rapina aggravata [VIDEO]

Due arresti della Polizia a Bari. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 31 GEN. (Comunicato St.) - Nei giorni scorsi, a Bari, la Polizia di Stato ha tratto in arresto due giovani fratelli baresi, un pregiudicato 22enne ed un 15enne incensurato, ritenuti responsabili di rapina aggravata in concorso e resistenza a Pubblico Ufficiale. Verso le ore 00.40 del 26 gennaio scorso, i poliziotti della Squadra Volante sono intervenuti presso il bar dell’area di servizio Dill’s, ubicato lungo la SS 16 bis direzione sud, a seguito di una segnalazione di rapina giunta al 113; due persone, entrambe armate di pistola e con volto travisato da passamontagna, avevano rapinato l’esercizio commerciale e successivamente si erano date alla fuga a bordo di un’auto, una Mercedes Classe C station wagon di colore nero, a bordo della quale li attendevano altri complici. I poliziotti sono riusciti ad intercettare l’autovettura e si sono posti all’inseguimento della stessa; all’altezza di via Piemonte, due persone sono scese dalla vettura tentando di dileguarsi a piedi per le vie limitrofe mentre l’auto ha ripreso la marcia a folle velocità, facendo perdere le proprie tracce. Gli agenti si sono posti quindi all’inseguimento dei due ragazzi che fuggivano a piedi e sono riusciti a bloccarne uno, il 22enne, che calzava ancora un paio di guanti di colore nero e, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso di un passamontagna. Il secondo giovane è riuscito a dileguarsi e durante la fuga si è sbarazzato di un paio di guanti, uno scaldacollo ed un cappellino, tutti di colore nero, utilizzati in precedenza per travisarsi. Gli agenti dell’U.P.G.S.P., successivamente, si sono recati presso l’abitazione dell’arrestato al fine di effettuare un’attività di perquisizione e, durante il controllo, hanno riconosciuto il complice del 22enne, suo fratello di 15 anni, con lui convivente, che era riuscito a dileguarsi durante la fuga appiedata. Sono in corso indagini per risalire all’identità dei complici degli arrestati. Dopo gli accertamenti di rito, il 22enne è stato associato presso la locale Casa Circondariale mentre il 15enne è stato condotto presso una comunità di recupero.




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento