Ultim'Ora

Politica. CambiaMonte/PD e il ruolo dei capisettore: anche la coerenza è una qualità del buon politico

Monte Sant'Angelo (foto villasantamariadipulsano.it) ndr.
di Redazione

MONTE SANT'ANGELO (FG), 23 GEN. (Com. St.) - Di seguito si pubblica una nota stampa della sezione di Forza Italia di Monte Sant'Angelo.

Durante la campagna elettorale della scorsa primavera, e subito dopo le elezioni, il Sindaco d’Arienzo e il PD ci avevano abituati a sentir ripetere continuamente che la “macchina comunale” faceva così tanta acqua da tutte le parti che di lì a poco avrebbero provveduto al cambiamento dei Capisettore.

Chi dimentica l’audizione del Sindaco davanti alla Commissione Antimafia a Roma quando, in presenza della Presidente Bindi (la faccia di quest’ultima era eloquente a sentir pronunciare certe frasi!), affermò che abbiamo “…un apparato burocratico, una macchina amministrativa qualitativamente e quantitativamente inadeguata…” e che si stava adoperando per “…selezione di personale dirigente, noi non abbiamo la dirigenza, abbiamo i responsabili di settore ma con funzioni appunto di responsabili di settore in modo tale da scardinare alcune situazioni… Questa è un’operazione che stiamo già cercando di risolvere e lo faremo nei prossimi giorni…adesso la cosa principale e qui sto cercando anche aiuto al Prefetto di Foggia la dottoressa Tirone, in che modo, in qualche modo, rivoluzionare la macchina amministrativa perché …sono scritti nella relazione …ci sono ancora elementi appartenenti alla macchina amministrativa che sono tuttora presenti e hanno addirittura funzioni di Responsabili di Settore, per cui dobbiamo inevitabilmente iniziare un’operazione di allontanamento…”?

Il Sindaco era così convinto di ciò che sosteneva che, quando Bindi chiese conferma di quanto lui aveva appena affermato, disse: “La criticità maggiore io la vedo nella macchina amministrativa in questo momento; personale che purtroppo credo non sia qualitativamente e quantitativamente adeguato”.

Ebbene, dopo tanti proclami e tanti impegni presi davanti alle Autorità dello Stato, sono trascorsi ben 6 mesi da allora e, in effetti, il Sindaco e il PD hanno sì stabilito dei cambiamenti, ma ci sembrano tutt’altro che coerenti con quanto sostenuto. E non si venga a dire che c’è bisogno di altro tempo, perché, se è vero ciò che viene detto e se è vero che c’è un pericolo, esso andrebbe subito rimosso!

Con Delibera n. 8 del 19/01/2018, modificando una precedente Delibera dei Commissari (peraltro la scusa trovata è poco credibile: assenza del Segretario Comunale in alcuni giorni della settimana; ma anche il Segretario in servizio ai tempi dei Commissari non era presente tutti i giorni al Comune eppure era Presidente della Commissione disciplinare), il PD ha appena promosso a PRESIDENTE dell’UFFICIO PROCEDIMENTI DISCIPLINARI uno di quei Capisettore di cui loro hanno parlato con un certo clamore alla Presidente Bindi, quello stesso Caposettore che uno degli Assessori di CambiaMonte/PD ha sempre detto di contrastare per un cambiamento che solo loro avrebbero potuto garantire (Assessore, è cambiato qualcosa in questi sei mesi? Non diamo credito alle chiacchiere da bar, ma ci incuriosisce il Suo assoluto “RIPOSO”!).

E qui verrebbe da ridere. Perché? Perché il buon Politico, prima di farsi trascinare nella discussione da bar, nella discussione spicciola, deve innanzitutto approfondire le tematiche, deve prima verificare se quella “macchina amministrativa” è veramente “qualitativamente e quantitativamente inadeguata” e solo allora andare a prendere decisioni.

È chiaro che il PD è fatto da gente inesperta, e questo non è un problema, ma tra di loro ci sono Consigliere e Consiglieri che potrebbero, con uno scatto di orgoglio e con la freschezza che dovrebbe contraddistinguerli, spronare l’Amministrazione PD a lavorare seriamente per il bene della città; poi c’è anche qualche consigliere arrogante e qualunquista. Chi potrà mai dimenticare l’atteggiamento dell’attuale Presidente del Consiglio Comunale Vergura (PD) che, dai banchi dell’opposizione, arrivava ad accusare l’allora Amministrazione di ogni nefandezza, promettendo che, con loro al potere, tutto sarebbe cambiato, ma proprio tutto (gli mancava solo di dire che avrebbero risolto i conflitti mondiali e la fame nel mondo e che avrebbero portato la pace del mondo)?

Come mai oggi il PD non fa tutto ciò che ha sempre promesso? Come mai oggi il PD promuove qualche Caposettore, quei Capisettore che, a loro dire, sono “qualitativamente e quantitativamente inadeguati”? Come mai a tante promesse e impegni elettorali al momento non ha fatto seguito nessun atto, ma proprio nessuno? Se oggi il PD sta amministrando lo deve solo a quanto la precedente Amministrazione gli ha lascito bello e pronto.

Hanno capito, quelli del monocolore PD, che governare è cosa seria e che, per amministrare, la Piazza va ascoltata ma non fomentata, che la gente va accolta ma non istigata contro altri e che si è amministratori di tutti e non di pochi? Non sappiamo se il PD l’ha capito, ma certamente i montanari lo hanno capito appena li hanno visti all’opera!

(fonte: Forza Italia – Sezione di Monte Sant’Angelo)



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento