Ultim'Ora

4^ Giornata Mondiale della Lingua Greca: tutte le manifestazioni di Puglia e Basilicata

Un momento della conferenza stampa. (foto com.) ndr. 
di Daniele Lo Cascio

TARANTO,  8 FEB. – Si terrà domani presso il Salone degli Specchi del Comune di Taranto, la 4^ Giornata Mondiale della Lingua Greca, riconosciuta ufficialmente da una legge della Repubblica Ellenica il 24 aprile 2017. In Puglia e Basilicata la giornata è stata organizzata dalla Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto con il gradimento dell'Ambasciata di Grecia a Roma, della F.C.C.E.I. (Federazione Confraternite e Comunità Elleniche in Italia), del Patrocinio di Regione Puglia, Provincia e Comune di Taranto. Hanno collaborato all’organizzazione della manifestazione  il Club per l’Unesco di Taranto, l’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia, la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la Provincia di Brindisi Lecce Taranto,  il Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari, il Dipartimento di Beni Culturali Università del Salento, il Conservatorio di Musica Tito Schipa Lecce, la Societa Filosofica Italiana, l’Associazione Italiana di Cultura Classica delegazione di Taranto “Adolfo. F. Mele”, la Società di Storia Patria per la Puglia e l'Associazione Culturale “Marco Motolese”. Erano presenti i rappresentanti dei nove istituti scolastici di Puglia e Basilicata che hanno aderito alla manifestazione: Liceo “Socrate” di Bari, Liceo Classico Musicale “Palmieri” di Lecce, Liceo Classico “Fermi” di Policoro, Istituto di Istruzione Superiore di Bernalda, Liceo “Moscati” di Grottaglie, Liceo “Tito Livio” di Martina Franca, nonché Liceo Statale “Aristosseno”, Istituto I.S.S. "Liside" e I.P.S. “Cabrini” di Taranto, ciascuno con proprie delegazioni che hanno messo in atto delle performances artistico culturali.
A livello nazionale l’iniziativa mira a valorizzare i legami che ci uniscono alla cultura greca antica e ci rendono componente attiva di un’eredità di straordinario rilievo per tutto il mondo occidentale. Attraverso l’utilizzo delle parole chiave di particolare valenza civile, morale, politica, artistica, scientifica, poiché intimamente collegate alla cultura e alla sensibilità europea, la lingua greca resta uno strumento particolarmente valido nella definizione di un percorso educativo e formativo ancora più ricco e denso di significati. Per questo nei Licei e le Scuole Secondarie Superiori di tutta Italia gli studenti  per solennizzare la 4^ Giornata Mondiale della Lingua Greca, hanno condotto attività volontarie inerenti la lettura di brani di autori greci o componimenti elaborati dagli stessi, performance teatrali, musicali o artistiche. In Puglia e Basilicata, in particolare, hanno aderito nove istituti scolastici: Liceo “Socrate” di Bari, Liceo Classico Musicale “Palmieri” di Lecce, I.I.S. “Fermi” di Policoro, I.I.S. di Bernalda, Liceo “Moscati” di Grottaglie, Liceo “Tito Livio” di Martina Franca, nonché Liceo Statale “Aristosseno”, I.I.S. "Liside" e I.P.S. “Cabrini” di Taranto, tutti protagonistri del grande evento di domani a Palazzo di Città. La mattinata sarà aperta (ore 8.30) con l’inaugurazione della Giornata Internazionale della Lingua Greca e i saluti delle autorità del Comune di Taranto; i lavori saranno introdotti da Antonis Georgopoulos, vicepresidente Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto. Queste le relazioni della sessione mattutina: “L’Atleta di Taranto e il sogno dell’Olimpo”, un intermezzo letterario con scrittore e romanziere Lorenzo Laporta, “I giovani e la politica nella settima lettera di Platone” a cura della professoressa Ida Russo della Società Filosofica Italiana, “La filosofia dei Greci in Magna Grecia” a cura del professor Massimo Pulpito della Società Filosofica Italiana, “Da Omero a Dante: la bella scola” del professor Trifone Gargano, “Elementi dorici nel dialetto tarantino” a cura del dottor Enrico Vetrò del Ministero della Pubblica Istruzione. 
La sessione pomeridiana sarà aperta (ore 17.00) dal saluto della professoressa Maria Koutra, Presidente della Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto; i lavori saranno poi introdotti dalla professoressa Carmen Galluzzo Motolese, Presidente Club per l’Unesco di Taranto, e del professor Riccardo Pagano, Delegato del Rettore dell’Università di Bari per il Polo Universitario Jonico. A seguire sono previste le relazioni: “La moneta, che invenzione” a cura del Professor Aldo Siciliano dell’Università del Salento e Presidente I.S.A.M.G., “Aspetti della cultura simposiaca nel mondo greco” a cura del Dottor Alessio Arcangelo, già dirigente Soprintendenza archeologica della Puglia, “Culti greco-bizantini: la Cripta di Santa Cristina a Carpignano Salentino a cura del Dottor Alessandro D’Amato, funzionario Demoetnoantropologo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, “Gli artisti greci della cosiddetta Scuola di Monaco” a cura del Professor Massimo Guastella, Docente di Storia dell’Arte contemporanea Dipartimento di Beni Culturali Università del Salento, ed “Echi della poesia greca antica nel tempo” a cura della professoressa Francesca Poretti, Associazione di Cultura Classica - delegazione di Taranto “Adolfo F. Mele”. Al termine dei lavori la serata riserverà un suggestivo epilogo con “I momenti dell’Arte Classica”, un omaggio alla lingua greca delle associazioni tarantine Semele Project e Neopolites, le Nereidi di Taras.








lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento