Ultim'Ora

Bari. I carabinieri confiscano beni per 5 mln di euro a societa’ leader nella distribuzione e nel commercio di bevande [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO] [VIDEO]

Confisca di beni per 5 mln di euro da parte dei CC. a Bari. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 3 FEB. (Comunicato St.) - Il Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Bari, questa mattina, in base alla normativa del "Codice Antimafia", ha dato esecuzione alla misura di prevenzione patrimoniale della "confisca di beni mobili ed immobili" emessa dal Tribunale di Bari - Sezione Misure di Prevenzione - a carico di NAVIGLIO Cosimo, già condannato per traffico di sostanze stupefacenti nell’ambito di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di grossi quantitativi di cocaina tra l’Italia e i Balcani, pregiudicato inoltre per furto e detenzione di armi, già sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza. Il provvedimento segue il "sequestro di beni mobili e immobili" effettuato nell'agosto 2016, scaturito da un'indagine patrimoniale dei Carabinieri, che ha permesso di appurare come il NAVIGLIO, a fronte di modesti redditi dichiarati, avesse realizzato nel tempo un rilevante patrimonio grazie al reimpiego dei guadagni conseguiti dalle attività illecite, intestando i beni a familiari e "prestanome". La misura di prevenzione ablativa riguarda 2 società, entrambe attive nel settore della distribuzione all’ingrosso di bevande in Bari e provincia, una lussuosa villa di 150 mq. ubicata nella frazione Torre a Mare, 6 autovetture, tra cui un Mercedes del valore di 70.000 euro, un’ imbarcazione e 17 rapporti di conto corrente bancari per un ammontare pari a 5 milioni di euro.



Controlli dei cc. ad Andria. (foto cc.) ndr.
ANDRIA (BT): CONTROLLI DEI CARABINIERI NELLE PERIFERIE. UN ARRESTO, UNA DENUNCIA E SETTE ASSUNTORI SEGNALATI 

Prosegue l’intensificazione dei servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dalla Compagnia di Andria, eseguiti anche con il supporto di una squadra della Compagnia di Intervento Operativo dell’11° Reggimento CC “Puglia”, di stanza a Bari. Ad essere oggetto di particolare attenzione, questa volta, sono state le periferie cittadine. Il dispositivo dispiegato sulla città federiciana, la scorsa sera, ha visto impiegati ulteriori 20 militari che hanno così potenziato i consueti servizi serali. 60 le persone identificate, 45 le autovetture controllate ed una decina le contravvenzioni al Codice della Strada elevate. Un pregiudicato di Andria, il 29enne P.S., è stato arrestato, colpito da ordine di carcerazione dell’Autorità Giudiziaria, in quanto condannato per reati inerenti allo spaccio e detenzione di stupefacenti. Il predetto è finito agli arresti domiciliari, dovendo espiare più di un anno di reclusione. Un altro pregiudicato, invece, di 41 anni, dopo un’accurata perquisizione presso la propria abitazione, è stato denunciato in stato di libertà, in quanto trovato in possesso di trentotto grammi di marijuana occultati nei vani dell’abitazione. Intensificata anche la vigilanza nei confronti delle persone sottoposte al regime degli arresti domiciliari ed alla sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza. Nei quartieri popolari, inoltre, alcune gazzelle hanno individuato, in diversi controlli, 7 persone, nell’atto di consumare o detenere modici quantitativi di droghe, tutte segnalate alla Prefettura di Barletta-Andria-Trani per uso di sostanze stupefacenti. Complessivamente sono stati sequestrati circa 20 grammi tra marijuana, hashish e cocaina.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento