Ultim'Ora

Putignano (Ba). I Carabinieri arrestato ladro seriale ai danni di supermercati [CRONACA SEI CC. ALL'INTERNO]

Il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

PUTIGNANO (BA), 3 FEB. - Arrestato ieri dai Carabinieri della Stazione di Putignano un 30enne, originario di Bari, ma residente a Capurso, per aver rubato generi alimentari per un valore di 300 euro ai danni di tre supermercati. Era quasi mezzogiorno quando la Stazione Carabinieri di Putignano riceveva la segnalazione che poco prima un giovane, a bordo di un’utilitaria, aveva perpetrato il furto di un ingente quantitativo di bottiglie di alcool e derrate alimentari all’interno di due centri commerciali ubicati nel Comune di Castellana Grotte (BA). Prevedendo che il fuggitivo potesse raggiungere il centro di Putignano, distante soltanto 5 km da Castellana Grotte, venivano predisposti mirati servizi nei pressi dei maggiori supermercati presenti sul territorio. L’istinto dei militari colpiva nel segno. Infatti, nel piazzale antistante il supermercato FAMILA una pattuglia individuava l’autovettura sospetta e, rimanendo in osservazione a debita distanza, riusciva a fermare un giovane che, uscendo dall’ esercizio commerciale, con gesti frettolosi saliva a bordo del predetto veicolo. A seguito di ispezione del vano bagagliaio, i Carabinieri rinvenivano al suo interno uno smisurato quantitativo di prodotti alimentari di vario genere, in particolare alcolici e tonno, di cui il fermato non riusciva a giustificarne il possesso. I successivi accertamenti, supportati anche dai riscontri delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza presenti nei centri commerciali di Castellana Grotte, hanno permesso di ricostruire i furti perpetrati poco prima in due supermercati di quel centro. Per tale motivo il 30enne è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato continuato e, su disposizione della competente A.G., sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. La refurtiva recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari. 

Il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
BITONTO (BA): CONTINUANO I SERVIZI CONTRO LE PIAZZE DI SPACCIO. SCOVATO UN ALTRO DEPOSITO DI ARMI E DROGA. ARRESTATO DAI CARABINIERI UN 33ENNE INSOSPETTABILE 

Continuano nella città di Bitonto i servizi coordinati dal Comando Provinciale di Bari, finalizzati a smantellare le piazze spaccio gestite da gruppi criminali attivi nel centro urbano ed i risultati non si sono fatti attendere. Nella giornata di ieri militari del Comando Provinciale, della Compagnia di Molfetta e dell’11° RTG CC Puglia, hanno sottoposto ad un accurato controllo un 33enne incensurato, sul conto del quale è stata eseguita una perquisizione domiciliare. Nel corso della stessa sono state rinvenute: una pistola modificata, priva di matricola, con 6 cartucce cal. 7,65 nel serbatoio, pronta a fare fuoco; un caricatore con 14 cartucce cal. 9x21, altre 45 cartucce cal. 9x21 e n.29 cartucce cal. 380, nonché 700 grammi di marijuana, 16 grammi di cocaina, 3 bilance di precisione ed un inibitore di frequenze “jammer”. Su disposizione della competente A.G., per il 33enne si sono aperte le porte del Carcere di Bari, dovendo rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi e munizioni. Con questo risultato i Carabinieri ritengono di aver inferto un ulteriore colpo ai gruppi criminali organizzati nella gestione delle piazze di spaccio che, sottoposti a continui controlli, si vedono costretti a cambiare strategie, reclutando compiacenti “insospettabili”. 

Due arresti dei cc. ad Acquaviva (foto cc.) ndr.
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA): IN POCHE ORE ARRESTATI DAI CARABINIERI DUE PUSHER 

E’ sempre costante la presenza sul territorio dei militari della Stazione Carabinieri di Acquaviva delle Fonti, che nell’ambito di servizi mirati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato a poche ore di distanza uno dall’altro, due pusher. Il primo è avvenuto nel tardo pomeriggio dell’altro ieri, quando un pregiudicato, 47enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine, al fine di eludere un controllo da parte dei Carabinieri, si dava a precipitosa fuga a bordo di una bici elettrica, disfacendosi nella corsa di vari involucri, successivamente recuperati e risultati contenere complessivamente 2 grammi di eroina. Una volta raggiunto e bloccato dai militari, è stato sottoposto a controllo e trovato in possesso della somma di € 240,00 (duecentoquaranta), suddivisa in banconote di piccolo taglio, che è stata sequestrata poiché ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio. Nel pomeriggio di ieri, invece, è stato assicurato alla giustizia un 19enne residente a Cassano delle Murge (BA). Il giovane, visto più volte dai Carabinieri intrattenersi nei luoghi frequentati da tossicodipendenti, è stato oggetto di alcuni servizi di osservazione che hanno portato i militari a procedere nei suoi confronti ad una perquisizione personale e locale, nel corso della quale sono stati rinvenuti, nella sua abitazione, occultati nella cappa del piano cottura, 8 grammi di eroina e 15 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi e pronta per essere immessa sul mercato, nonché materiale necessario per il confezionamento e la somma contante di 55,00 euro, ritenuta il provento dell’illecita attività. Il tutto è stato sottoposto a sequestro unitamente a 2 telefoni cellulari trovati in suo possesso. Per le due persone arrestate, la competente A.G. ha disposto gli arresti domiciliari in attesa di giudizio.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento