Ultim'Ora

Putignano (Ba). In tre tentano il furto di una Fiat 500. I Carabinieri li arrestano a Gioia del Colle (Ba) ]CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO] [VIDEO]

Putignano (Ba). In tre tentano il furto di una Fiat 500. Arrestati dai cc. (foto cc.) ndr.

di Redazione

PUTIGNANO (BA), 7 FEB. (Comunicato St.) - Tentano di un rubare un’auto in sosta, arrestati tre pregiudicati di Cassano Murge (BA). E’ accaduto nella tarda serata di ieri a Putignano, più precisamente nel parcheggio antistante la sala “Bingo”, quando tre soggetti approfittando della penombra hanno tentato di asportare una Fiat 500 regolarmente parcheggiata. Tentativo reso vano dalla intervento di un addetto alla sicurezza, che notando una insolita intermittenza ai fari di un veicolo in sosta, decideva di avvicinarsi. Accortosi di un uomo all’interno del veicolo che armeggiava sul sedile del conducente e di un altro soggetto posizionato fuori dal veicolo, in evidente stato di agitazione, sono state subito allertate le forze dell’ordine. Vistisi scoperti, i due malfattori abbandonavano precipitosamente l’auto e, saliti a bordo di una Fiat Multipla di colore scuro, con alla guida un terzo uomo, si dileguavano in direzione Gioia del Colle. L’azione dei malviventi veniva immortalata da un impianto di video sorveglianza presente in zona, che ha poi permesso di ricostruire le fasi del furto ed individuare il veicolo utilizzato dai malviventi per dileguarsi. Nel frattempo la Centrale Operativa della Compagnia di Gioia del Colle ha allertato tutti i servizi esterni presenti sul territorio e dopo pochi minuti la Fiat Multipla sospetta veniva notata e fermata proprio in quel centro abitato da una pattuglia del Nucleo Radiomobile. Nel corso della perquisizione veicolare e personale i militari rinvenivano nella tasca anteriore del giubbotto indossato da uno dei tre uomini, risultato essere poi colui che armeggiava all’interno della Fiat 500 da rubare, un cacciavite, mentre nel vano porta oggetti dell’autovettura nr.4 relè da centralina ed una chiave meccanica. Per i tre soggetti, tutti di Cassano delle Murge, già con precedenti specifici, è scattato l’arresto in flagranza del reato di tentato furto aggravato. Tutti e tre, su disposizione della competente A.G., sono finiti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. La Fiat 500 del cittadino di Putignano ha riportato danni alla portiera anteriore sinistra ed al quadro di accensione.




Un arresto dei cc. ad Andria. (foto cc.) ndr.
ANDRIA: A BORDO DI OGGETTO NON IDENTIFICATO: ARRESTATO MAROCCHINO PER RICICLAGGIO

Era a bordo di un motorino con cilindretto di accensione forzato, senza targa e con il numero di telaio abraso. Per questo motivo è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Andria un marocchino di 24 anni, in Italia senza fissa dimora, per aver alterato ogni elemento identificativo del veicolo, così evitando la riconducibilità del bene ad un plausibile furto: l’accusa degli inquirenti, infatti, è di riciclaggio. Il giovane extracomunitario, M.A., è stato intercettato proprio durante uno dei servizi a largo raggio che, in questi giorni, la Compagnia di Andria sta eseguendo con il supporto di personale della Compagnia di Intervento Operativo dell’ XI° Reggimento “Puglia”. I luoghi scelti per i controlli sono state sia le periferie urbane che le estese campagne andriesi, dove spesso si verificano episodi di microcriminalità. Infatti, in contrada “Villa d’Urso” è stato intercettato il marocchino da una gazzella dei Carabinieri; l’uomo, dopo aver tentato un breve ed inutile fuga, veniva bloccato. I militari, dopo aver condotto nella caserma di viale Gramsci il malvivente, iniziavano subito gli accertamenti sul veicolo, appurando che il numero di telaio era stato accuratamente abraso, rendendo difficoltosa l’identificazione documentale del mezzo. Le ulteriori attività di laboratorio sul telaio, comunque, renderanno possibile l’individuazione del legittimo proprietario, a cui verrà restituito il ciclomotore. Il marocchino, invece, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Trani.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento