Ultim'Ora

Teatro. Per l'Abelianodanza, GOLDEN DAYS di Inger, porta sulla scena "la vera età dell'oro!"

Una immagine dello spettacolo. (foto M.C:) ndr.

di Maria Caravella

BARI, 12 FEB. - Una originale e stravagante coreografia quella di Golden Days, di Johan Inger, musiche di Tom Waits, Patti Smith, Keith Jarrett; scene di Johan Inger costumi di Johan Inger, Francesca Messori e Carolina Armenta e coinvolgenti effetti luce, di Peter Lundin. Per l'Abelianodanza, l'opera GOLDEN DAYS ha portato sulla scena due opere già note dello svedese Johan Inger, RAIN DOGS e BLISS, congiunte tra loro da un nuovo breve assolo: BIRDLAND. RAIN DOGS e BLISS sono due creazioni distinte, ideate ad anni di distanza l'una dall'altra: lontane sia concettualmente che coreograficamente, esse catapultano il pubblico in due realtà differenti, Le tematiche proposte restano le stesse familiari a tutti i lavori di Inger, come ad esempio la perdita, il cambiamento e le relative conseguenze. BIRDLAND, valido ed eccentrico legame, rappresenta il raccordo tra i diversi periodi, soprattutto nel voler portare sulla scena i ricordi dei giorni felici, quelli della giovinezza e della spensieratezza, una coraggiosa sommossa contro la vita che inesorabilmente cambia, senza nessuna possibilità di rivalsa nei confronti dei "Golden days", che restano solo dei ricordi. Originale e ben appropriato, supporto essenziale per l'ottima riuscita della serata, che funge da valido elemento interattivo , è sicuramente la colonna sonora: Tom Waits, Patti Smith e Keith Jarrett. Artisti che con la loro musica hanno suggestionato e cooperato al cambiamento di un'intera generazione. Come ha detto lo stesso Johan Inger: "Mano a mano che invecchiamo, ci soffermiamo spesso a riflettere sul nostro percorso di vita e io, per una volta, mi guardo indietro con un autentico sorriso, ripensando a quando tutto era radioso e spensierato. Quelli sì che erano 'golden days', la vera età dell'oro!" Un'opera pervasa da passione, temperamento, ricca di storia, di nostalgia e di un passato che sembra essere, unico, guardandolo attraverso l'esperienza di oggi.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento