Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Andria (Bat). Controlli antidroga dei cc. Arrestato sorvegliato speciale [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO] [VIDEO]

Le banconote e il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 17 OTT. - I carabinieri della Compagnia di Andria al termine di un servizio finalizzato alla lotta contro lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un 46enne sorvegliato speciale del luogo ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, sorpreso a cedere alcune dosi di droga a diversi tossicodipendenti del luogo è stato bloccato e sottoposto a controllo. Al termine delle perquisizioni personale e domiciliare i militari hanno rinvenuto 8 grammi di cocaina pura, 210 euro in contanti, un bilancino di precisione e materiale per il taglio e confezionamento della sostanza. Durante le fasi del controllo l’uomo allo scopo di guadagnare la fuga ha minacciato ed inveito contro i carabinieri che lo hanno tratto in arresto. Su disposizione della Procura della Repubblica di Trani il 46enne è stato collocato ai domiciliari. 

BARI: SCOPERTO ARSENALE DEI CLAN. CARABINIERI RECUPERANO FUCILI MITRAGLIATORI KALASHNIKOV, PISTOLE MITRAGLIATRICI SKORPIO, DECINE DI PISTOLE SEMIAUTOMATICHE E REVOLVER, SILENZIATORI E MIGLIAIA DI PROIETTILI. SCOPERTA ANCHE UNA RAFFINERIA CON 10 CHILI DI COCAINA E ALTRE SOSTANZE 

 E’ una vera e propria Santa Barbara quella che i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno scoperto in un insospettabile condominio di Via di Vagno. Infatti, in un appartamentino all’ultimo piano, abitato da un 66enne barese finito in manette, i militari dell’Arma hanno trovato sei fucili mitragliatori “Kalashnikov”, 3 mitragliette “Skorpio”, due pistole mitragliatrici di fabbricazione Croata, una pistola mitragliatrice MP40 tedesca, 21 pistole semiautomatiche, 7 revolver di vario calibro, 7 silenziatori per pistola e fucile, 48 caricatori, 1 giubbotto antiproiettile e migliaia di munizioni anche da guerra. Sulle armi perfettamente conservate, lubrificate e impacchettate sono in corso gli accertamenti della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo Carabinieri di Bari, per chiarire se siano state già usate in episodi criminosi. L’appartamento era anche usato come centrale di confezionamento di droga. I carabinieri hanno infatti trovato 10 chili di cocaina, la pressa usata per confezionare i panetti, bilancini di precisione e sostanze da taglio di vario genere. L’operazione si inserisce in una più ampia strategia di contrasto alla criminalità mafiosa condotta dal Comando Provinciale di Bari in sinergia con la Direzione Distrettuale Antimafia di Bari.

 

CONVERSANO (BA): AGGREDISCE MOGLIE, FIGLIO E COGNATO E POI SI SCAGLIA CONTRO I CARABINIERI. ARRESTATO ALBANESE 

I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno arrestato un 41enne albanese ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e violenza, minaccia e resistenza a P.U.. In ore notturne i carabinieri su segnalazione effettuata al numero di emergenza “112” fatta da alcuni vicini, sono intervenuti presso un’abitazione di Conversano per una lite in famiglia. L’uomo, in stati di ubriachezza, nel corso di una violenta discussione aveva malmenato la moglie e il figlio minore aggredendo poi il cognato, intervenuto in difesa dei parenti, procurando loro lesioni giudicate guaribili tra 2 e 8 giorni. Sul posto i militari, dopo aver fatto irruzione in casa, sono riusciti con non poca fatica a bloccare il 41enne che, allo scopo di guadagnarsi la fuga, li aggrediva con calci e pugni. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, il 41enne è stato trattenuto in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento