Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Cinema. 'Scrivimi Ancora': film sentimentale, giusta alternativa di qualità alle solite proposte italiane di commedie ormai stantie

Una immagine del film. (foto) ndr.

di Romolo Ricapito

BARI, 31 OTT. -  "Scrivimi Ancora" è una commedia presentata al recente Festival del Cinema di Roma tratta da un romanzo dell'irlandese Cecilia Ahern che l' ha anche co-prodotta. Il titolo italiano riassume il contenuto, ma l'originale è "Love, Rosie", mentre il romanzo da cui prende spunto ha un titolo ancora diverso: "Quando gli arcobaleni finiscono" (When Rainbows End).

Rosie è la protagonista dell'intreccio, interpretata dall'attrice Lily Collins, figlia del musicista Phil Collins, alla quale viene affiancato Sam Clafin, una sorta di nuovo Hugh Grant. Coproduzione tra Germania e Regno Unito, la pellicola diretta dal tedesco Christian Ditter è un efficace antidoto alle commedie italiane in voga in questo periodo, costituite da trame risapute e purtroppo cast che rimescolano spesso gli stessi attori, ormai indigesti . Sin dal prologo, che include la canzone di Burt Bacharach I'll never fall in love again, si evidenzia come la fotografia del film sia una delle cose meglio riuscite in assoluto, assieme però a un corposo intreccio che regge bene dall'inizio alla fine. Rosie e Alex, amici dall'infanzia, continuano la loro relazione nell'adolescenza: lei è la consigliera sentimentale di lui, ancora "vergine", in uno scambio dei ruoli "classici" maschio-femmina, un po' paradossale. 

I due ragazzi chattano tra di loro durante le ore di scuola ; da maturi, sempre nell'evolversi della storia, comunicheranno con sms, lettere tradizionali, internet e streaming. In pratica, la chiave di volta del film è quella di mischiare antico e moderno, sia riguardo le tecnologie che i contenuti. Gli interpreti brillano per le facce accattivanti, anche perché nuove: ma questo riguarda anche i comprimari, come il bellissimo Christian Cooke nel ruolo di Greg ( che diventerà il marito di Rosie) o Tamsin Egerton, bionda fiamma di Alex, ricca di charme . Ma c'è anche Suki Watherouse, una compagna di scuola della protagonista , altera e superficiale, destinata anche lei a un intreccio sentimentale col timido Alex. Un preservativo finito nella vagina di Rosie per colpa del troppo goffo (in fatto di sesso) fidanzatino Greg, diventa il "motore" della storia. 

La ragazza finisce al pronto soccorso, dove un medico "figo" le chiede se il profilattico "si trovi davanti o di dietro" (sic) , "ma non volevo insinuare tu fossi una sgualdrina". La vicenda prende delle pieghe più serie quando dall'incidente del preservativo ella rimarrà incinta, fatto che segna uno spartiacque nell'intreccio . La realtà di un piccolo paese dell'Irlanda- anche se è un 'Irlanda moderna e invitante- va stretta ad Alex, intenzionato a trasferirsi a Boston, in America, per studiare medicina con una borsa di studio. Lei, intenzionata a imitarlo, deve interrompere il suo sogno "a due" di trasferirsi assieme, per mettere al mondo la sua bambina, Cathy, che inizialmente vorrebbe dare in adozione. 

Da qui una forma di gelosia si insinua in lei nei riguardi di colui che è da molto ben più di un amico. La lontananza allora è vissuta dalla ragazza con disagio, malinconia e struggimento. La trama include la morale cattolica che vieta agli irlandesi di abortire, ma anche le differenze sociali e di classe . Infatti Rosie deve lavorare per mantenersi e lo fa organizzandosi come donna delle pulizie negli alberghi. Ciò si scontrerà con l'ascesa sociale di Alex , che a Boston si legherà con un'ereditiera figlia del primario di un'importante clinica, tanto snob e ricca quanto insopportabile. Durante un viaggio negli Usa di Rosie, il suo amico Alex la umilierà, suo malgrado, rinfacciandole il ruolo di ragazza madre. Altri temi fondamentali del romanzo e della sceneggiatura sono quindi la maternità in età giovanile e l'esigenza di conciliare affermazione sociale (soprattutto da parte del maschio) con gli affetti. 

Ad ogni modo Rosie recupererà il padre della bambina (Greg) apparentemente ravvedutosi dalla proverbiale superficialità, formando una famiglia tradizionale. Il segreto della riuscita di "Scrivimi Ancora" che già dal suo primo giorno di programmazione ha attirato nelle sale lo stesso pubblico di "Colpa delle Stelle" (principalmente ragazzine), è quello di raccontare fatti abbastanza comuni mischiati con un pizzico di originalità, suscitando una forte empatia nel pubblico, non soltanto però quello composto dagli adolescenti. Emerge poi una certa spregiudicatezza nel personaggio di Rosie, che da apparente sempliciona intrattiene come mamma single una relazione a base di solo sesso (anche sadomaso) con un aitante e sconosciuto poliziotto. 

Ma è sempre il sesso il motivo del suo ricongiungimento col padre della bambina, la piccola Cathy, monitorata dalla trama dai 0 ai dodici anni . Al di là di queste derive abbastanza spinte, il buonismo (o la retorica) del film si svolgono tramite la lunga relazione platonica con l'amico d'infanzia, diventato un punto fermo dell'età adulta , affrontando però molti ostacoli e colpi di scena che fanno la gioia della platea. Il film è girato a Dublino e Wickland e, per la parte americana, in Canada. La colonna sonora adopera il vintage: Alone Again di Gilbert O' 'Sullivan segna il periodo di solitudine di Rosie, mentre "Fuck You" di Lily Allen la sua liberazione da Greg. Lily Collins è doppiata da Valentina Favazza, considerata la nuova leva del doppiaggio italiano. Ella non è figlia né nipote d'arte e ha già dato la voce alla stessa Lily Collins in Biancaneve





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento