Ultim'Ora

Bari. Avviata con successo la prima edizione della Stagione Concertistica del Politecnico di Bari

Una immagine del concerto. (foto M.C.) ndr.

di Maria Caravella

BARI, 16 APR. - Nell’aula magna “Attilio Alto”del campus universitario di Bari, la Musica Barocca napoletana ha dato inizio al concerto di apertura della prima Stagione Concertistica: “I Concerti del Politecnico, i tempi, le forme e gli spazi nella musica”. 1° edizione della Stagione Concertistica del Politecnico di Bari. Si tratta di una rassegna che punta sulla trasversalità della musica, suprema musa delle arti. Il primo dei quattro concerti previsti, è stato dedicato alla musica barocca napoletana: “dal pugliese Pomponio Nenna al lucano Giovanni Maria Trabaci”. L’opera di questi compositori pugliesi e lucani del Seicento è stata presentata ed eseguita dalla “L.A. Chorus”, formazione corale nata nel 2015, con alle sue spalle una cinquantina di importanti concerti, con la direzione del Direttore, Luigi Leo. La stagione concertistica, intitolata: I Concerti del Politecnico, i tempi, le forme e gli spazi nella musica, ad ingresso libero, vedrà succedersi, per questa prima edizione, quattro appuntamenti di grande valore per qualità degli interpreti e per il repertorio eseguito. I concerti, realizzati in collaborazione con il Conservatorio di Musica "N. Piccini", la Regione Puglia e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, saranno rivolti non soltanto alla platea universitaria, ma ai cittadini di ogni età. Il Progetto è inserito nelle azioni del Protocollo d'intesa siglato il 13 febbraio 2018 tra il Rettore del Politecnico, Eugenio Di Sciascio e il Presidente ARCoPu, Pierfranco Semeraro e permetterà inoltre, lo sviluppo di una serie di iniziative atte a promuovere e consolidare opportunità e collaborazioni attraverso il potenziamento delle relazioni e delle interazioni tra enti e istituzioni formative, di ricerca, di produzione diffusione e promozione artistica, culturale e scientifica, presenti sul territorio oltre a promuove iniziative condivise, anche sperimentali, di ricerca e di formazione, anche mediante la realizzazione di percorsi formativi congiunti come la Scuola Superiore Biennale per Direttori di Coro. Al termine del concerto abbiamo intervistato il presidente regionale dell’Associazione dei cori pugliesi Pierfranco Semeraro e il Rettore del Politecnico, Eugenio Di Sciascio . 

Domanda: (Pierfranco Semeraro) com’è nata questa idea? 

Risposta: da un confronto iniziato oltre un anno e mezzo fa con il Politecnico per mettere in rete scienza tecnologia e musica. Questo percorso ci ha portati nel mese di novembre proprio in quest’ aula a realizzare un convegno avente come oggetto proprio questo argomento. Successivamente è stato siglato un protocollo d’intesa tra l’associazione dei cori pugliesi e il politecnico per la realizzazione di percorsi trasversali in ambito formativo che ha previsto anche questi concerti dal vivo. 

Domanda: in qualità di rettore di una facoltà scientifica, come mai ha voluto lanciare questa sfida al territorio? 

Risposta: (rettore del Politecnico, Eugenio Di Sciascio) il politecnici è una realtà tecnico scientifica, ma questo non significa che non sia aperta a tutte le sensibilità e alla cultura in generale. Penso che questi concerti ci daranno l’opportunità di mostrarci al territorio e agli studenti stessi anche sotto un’altra veste. 

Domanda: che tipo di pubblico vi aspettate? 

Risposta: (Pierfranco Semeraro) questo è un percorso lungo, che prevede diverse tappe, noi ci aspettiamo fondamentalmente di incontrare i giovani del politecnico, ma non solo. 

Domanda: non potrebbe anche essere un’occasione per aprirsi al territorio e avvicinare la cittadinanza alla musica? 

Risposta: (Pierfranco Semeraro) si, ci apriamo al territorio e diamo il benvenuto a tutti coloro che con noi vorranno condividere questa esperienza. Questi sono i nostri auspici, è scritto anche nella brochure, dove il magnifico rettore da il benvenuto a tutti coloro che vorranno intervenire, studenti del politecnico e pubblico esterno. 

Domanda: quali sono le prospettive future? 

Risposta: (Pierfranco Semeraro) pensiamo di implementare questa edizione e di andare avanti nel tempo, per questa prima stagione sono previsti 4 appuntamenti: il primo quello di stasera sul barocco pugliese e lucano, il prossimo tra un mese sul contemporaneo pugliese, un terzo, un progetto sulla musica elettronica e un ultimo appuntamento sul Jazz. Se pensiamo che la stagione concertistica della Sapienza di Roma è arrivata alla settantatreesima edizione e che alla Normale di Pisa c’è in proposito una tradizione ultradecennale, la nostra iniziativa in virtù di questi esempi potrebbe avere buone possibilità di crescita. 

Domanda: quindi vi siete ispirati anche ad altre iniziative? 

Risposta: (Pierfranco Semeraro) in Puglia è la prima esperienza strutturale, perché questa è una stagione universitaria vera e propria, ma in Europa e nel mondo è una situazione consolidata. 

Domanda: secondo lei che è un musicista, che ruolo ha la trasversalità della musica, specie in una facoltà prevalentemente scientifica? 

Risposta: (Pierfranco Semeraro) è’ una sfida, intanto partiamo dal presupposto che la musica faceva parte del quadrivio quindi della parte matematico scientifica della cognizione delle scienze umane per cui è un tornare al nostro passato; credo molto in questo progetto che stiamo realizzando. Pensando a tutto ciò, non posso fare a meno di far riferimento a Leonardo da Vinci e alla trasversalità delle arti. Stiamo anche pensando ad un master universitario che possa in prospettiva rivolgersi a chi si occupa di design musicale, perchè su internet la musica è la merce più utilizzata negli scambi, ha anche un valore economico molto importante, perciò riusciremmo a ridare alla musica la dignità che in realtà ha. 

Prossimi appuntamenti: sabato 12 maggio 2018 ore 20,00 Aula Magna “Attilio Alto” giovedì 17 maggio 2018 ore 20,00 Aula Magna “Attilio Alto” giovedì 7 giugno 2018 ore 20,00 Aula Magna “Attilio Alto”.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento