Ultim'Ora

Pulsano (TA). Un successo la prima giornata del Fenix 2018 in Puglia. Domani la Meloni

L'apertura di questo Fenix 2018 a Pulsano 
.Grande partecipazione agli eventi  ed entusiasmo dei giovani alla giornata d'apertura di questo Fenix 2018.  All'alba dell'appena nato Governo, ora tutta l'attenzione è rivolta a Giorgia Meloni che anticipa alle h. 15,30 il suo appuntamento a Pulsano (TA) di domani 2 giugno,   Festa della Repubblica



di Enrico Tedeschi 

BARI, 1 GIU. - Piace a tutti la Puglia, luogo perfetto per vacanze e meeting anche di massimo livello. E se Forza Italia preferisce l'Adriatico e la bellissima Giovinazzo per il suo appuntamento annuale "Everest" (agli inizi di settembre) con i giovani del suo partito, Fratelli d'Italia, invece, lascia stavolta Roma ed opta per lo Ionio e la splendida Pulsano; una scelta non certo casuale, questa, poiché il partito della Meloni ha voluto così cogliere l'occasione per dare un chiaro segnale di vicinanza alla popolazione di Taranto, divisa com'è dal drammatico dilemma sulle sorti dell'Ilva, ora tornata al centro dell'attenzione anche come asset industriale strategico, e non solo per l'Italia, dopo i recentissimi dazi di Tramp sull'acciaio prodotto in Europa. Ad una ventina di chilometri dalla “Città dei due mari” ideale, quindi, la posizione dell'elegante Hotel "Il Gabbiano" per questa tre giorni di politica (dall'1 al 3 giugno) presentata ieri a Bari e con un cartellone ricco di eventi come pochi: dibattiti, confronti diretti ma pure tanta cultura e musica. Ma sempre secondo lo stile che caratterizza il partito e, pertanto, in grado di rispondere alle attese dei militanti e simpatizzanti di questa Gioventù Nazionale - movimento giovanile di Fratelli d'Italia che rappresenta davvero una cosa a sé, per ideali e valori, nel panorama eterogeneo e, se vogliamo, abbastanza confuso dei suoi analoghi. 
A sintetizzarlo, in modo che più chiaro non si può, anche lo stesso claim "Fortemente credere”, ossia la traccia, il motivo conduttore che accompagnerà i dibattiti e le iniziative culturali che, tra tanto altro, registrano: un confronto tra Michele Emiliano e Guido Crosetto sul “Sud, i giovani e il lavoro”, un dibattito sulla comunicazione politica con giornalisti nazionali, ricercatori universitari e social media strategist nonché l’intervista a Giorgia Meloni “per un confronto generazionale” con il presidente nazionale di GN Fabio Roscani, ovvero l’appuntamento clou della manifestazione e che, per impegni istituzionali, è stato anticipato alle 15,30 di domani. Ovviamente scontata la partecipazione dei protagonisti della conferenza stampa di presentazione dell’evento a Bari, e cioè i consiglieri comunali Michele Caradonna e Filippo Melchiorre, il presidente regionale Gioventù Nazionale Puglia Giuseppe Maggiore, il consigliere regionale Erio Congedo e i deputati pugliesi Ylenja Lucaselli e Marcello Gemmato, i quali ovviamente riprenderanno il discorso già affrontato ieri. 

"Il sud al centro del programma e del dibattito politico – hanno infatti dichiarato congiuntamente - la festa dei giovani di Fratelli d'Italia sarà occasione per discutere dei temi principali del Mezzogiorno, spesso dimenticati dalla recente politica. Dibattiti di alto profilo, di taglio culturale, sociale e politico sostanzieranno l'altrettanto elevato percorso di crescita politica e militante dei nostri ragazzi. Taranto sarà sotto i riflettori nazionali per l'evento organizzato dalla potenziale futura classe dirigente proprio nei giorni in cui si definiscono i contorni del prossimo governo nazionale. Siamo orgogliosi – hanno poi concluso - del lavoro svolto dai ragazzi in questi anni". Da non omettere il loro appello, in chiosa, alla raccolta firme organizzata da FdI, per l'elezione diretta del Presidente dello Stato, che avrà luogo in tutte le piazze d'Italia sabato 2 e domenica 3 giugno. Contrassegnata da entusiasmo e grande partecipazione l’odierna giornata, naturalmente molta l’attesa per domani, data simbolo della nostra Repubblica, per quanto vorrà riferire la leader Meloni, vera artefice e mediatrice con lo stesso Mattarella – non dimentichiamolo - di questo appena nato Governo, o Gowebno come pure l’abbiamo chiamato noi, che si presenta oggi come salvatore della Patria. 
Cosa d’altronde più che possibile se, con realistiche offerte al ribasso rispetto ai rilanci dell’asta sui voti della campagna elettorale, Salvini e Di Maio penseranno veramente a dare una risposta alle esigenze più sentite dal Paese. Confortanti la linearità e la coerenza finora dimostrate, aspettiamo dunque il dì che viene per cercarne di sapere di più su cosa farà Fratelli d’Italia e sul suo ruolo di garanzia per il futuro della Nazione.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento