Ultim'Ora

Calcio. Foggia sconfitta pesante a Crotone

Fabio Mazzeo autore del gol del Foggia (foto web) ndr
di Mario Schena


FOGGIA, 2 SETT. - Saranno stati tanti i pensieri che avranno affollato la mente di Giovanni Stroppa. Tanti i ricordi, tanti i successi, ma anche un addio senza un apparente perché che molti tifosi rossoneri non hanno capito. Doveva riscattare la sconfitta di Cittadella il Crotone e ci teneva alla prima allo “Scida” a partire con il piede giusto. E i calabresi vanno alla grande contro un Foggia remissivo e quasi rassegnato al ruolo di vittima sacrificale sepolto sotto ben quattro reti. Molto studio tra le due squadre nella fase iniziale, ma si è visto subito che i padroni di casa erano padroni del campo e il possesso palla era decisamente ad appannaggio dei ragazzi di Stroppa. Grassadonia, in tribuna per squalifica, recupera Mazzeo, Gerbo ed Agnelli, ma deve rinunciare ancora per squalifica a Galano, Floriano e all’infortunato Iemmello. Non sono partiti per la Calabria, sempre per problemi fisici Zambelli, Busellato e Deli. Ha diretto Daniele Minelli, della sezione di Varese, coadiuvato da Edoardo Raspollini della sezione di Livorno e da Vittorio Di Gioia, della sezione di Foligno. 
Quarto uomo Alberto Santoro, della sezione di Messina. Dopo, ribadiamo, l’iniziale fase di studio Crotone vicino al gol con un calcio di punizione ben battuto da Faraoni che Bizzarri mette in angolo con un volo a tirar fuori la sfera dall’incrocio dei pali. Occasione per il Foggia con Cicerelli che supera anche Cordaz, ma non riesce a metter in rete per la respinta di un difensore del Crotone, sulla palla arriva Mazzeo che non trova la porta. Alla mezzora arriva il vantaggio dei padroni di casa con Faraoni bravo a mettere in rete calciando a volo in area su cross dalla sinistra di Firenze. Il Foggioa abbozza una timida sterile reazione che non porta a nulla e tutti negli spogliatoi per l’intervallo. Si apre male la ripresa con il Crotone che dopo quattro minuti va in gol con Firenze che fa partire uno splendido tiro a giro che termina nell’angolo alla sinistra di Bizzarri. Il Foggia si spegne e Nini al nono trova l’eurogol beffando Bizzarri con un pallonetto che umilia il portiere rossonero troppo fuori dai pali. Diluvia sul Foggia che si becca anche il quarto gol al ventesimo dallo svedese Rohen che infila Bizzarri dalla sinistra dell’area di rigore. L’ex Kragl a dieci minuti dalla fine fa partire un bolide dall’area che sibila non lontano dalla traversa di Cordaz. Al quarantesimo è Chiaretti a scaldare i guantoni di Cordaz con un tiro forte ma centrale. Nove i minuti di recupero concessi per recuperare i sei di black out per lo spegnimento di una delle torri faro. Al novantatreesimo Chiaretti viene messo giù in area, rigore che Mazzeo trasforma. 
Finisce in avanti Foggia che con Mazzeo va due volte pericolosamente alla conclusione con Cordaz pronto tra i pali. Non accade più nulla e termina Crotone – Foggia con la vittoria meritata dei padroni di casa e con un passo indietro sul piano del gioco del Foggia che però patisce ancora troppo le numerose assenze.        


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento