Ultim'Ora

Bari. Presentata la stagione teatrale 2018/2019 del Teatro Barium: la commedia barese di Gianni Colajemma esordisce a New York

Una immagine della conferenza. (foto L. De Tullio) ndr.

di Luciana De Tullio

BARI, 5 OTT. - Si è tenuta nella mattinata di mercoledì 3 ottobre la conferenza stampa di presentazione della stagione teatrale 2018/2019 del Teatro Barium di Bari. All’incontro hanno partecipato il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessore alle culture del Comune di Bari Silvio Maselli e Gianni Colajemma, l’istrionico comico barese nonché fondatore dello stesso teatro. 
A dare il via alla stagione teatrale del Barium, che giunge quest’anno alla sua trentatreesima edizione, sarà l’esilarante commedia “Un barese a New York 3”, di cui Colajemma è autore ed interprete principale. In scena sabato 6 e domenica 7 ottobre, lo spettacolo è il terzo capitolo di una saga che vanta oltre 250 repliche e più di 50.000 spettatori. Ancora una volta il protagonista sarà Joe Colella, un cittadino barese che vola a New York per inseguire il suo sogno di diventare attore. “Ho voluto far vedere – ha affermato Colajemma – come si può comportare un barese in una grande città estera. Ho immaginato New York, perché è un simbolo dell’America, è il sogno americano, che per chiunque ha un significato personale. Per Giovanni è fare l’attore, per altri è aprire un grande negozio, qualcun altro vuole costruire un altro grattacielo e via dicendo. È un sogno”. Dunque uno spettacolo, che dietro l’ironia degli usi e costumi baresi, cela la morale dell’importanza di seguire le proprie aspirazioni personali, rappresentate emblematicamente dalla città statunitense. “Di fronte a tanti critici austeri che ritengono il teatro popolare un teatro minore – ha dichiarato durante la conferenza il sindaco Decaro – ci si ricrederà, perché far ridere il pubblico a teatro non è un reato, non è uno slittamento verso una forma più bassa, ma è tutt’altro, è una sfida che ingaggia lo spettatore a porsi delle domande”. 
La commedia di Colajemma, dunque, come valorizzazione del teatro popolare barese, ma anche come desiderio di portare la tradizione nostrana oltreoceano. Infatti, grazie al supporto dell’associazione “United pugliesi Federation”, le rocambolesche avventure di Joe Colella approderanno per davvero nella Grande Mela con lo spettacolo “Un barese a New York (kiss to the cats), in scena il 21 ottobre al Snug Harbor Cultural Center di New York. “Lo spettacolo – ha affermato l’assessore alle culture Silvio Maselli – porterà in America quel pizzico di mediterraneità, di cui credo che l’altra parte dell’oceano abbia tanto bisogno, tanto più oggi che ci si sta confrontando con gli spettri di un mondo che si divide tra fratture insopportabili, tra diversi”. Ma la programmazione del tempio della risata non finisce qui. Degni di nota anche il format “Kiti Kaka”, che darà l’opportunità a giovani talenti di esibirsi e mettersi in gioco, e il progetto “Bariland” (terra di Bari), che porterà in scena testi di autori del teatro popolare barese con il fine avvicinare il pubblico e in particolare le scuole alla nostra città. Il legame alla nostra terra, l’amore per la nostra città deve infatti partire dalla conoscenza della sua storia e della sua tradizione che – come ha affermato Colajanni – appare “molto bella, molto romantica”.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento