Ultim'Ora

Molfetta (Ba). Due arresti eseguiti dai militari della locale Compagnia CC., nell’ambito dell’azione di contrasto ai furti in appartamento [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Due arresti dei CC. per furto a Molfetta. (foto cc.) ndr.

di Redazione

MOLFETTA (BA), 14 DIC. (COMUNICATO STAMPA) - Due baresi, già noti alle Forze dell’Ordine, rispettivamente un 40enne ed 27enne residenti nel quartiere Libertà di Bari, sono stati arrestati dai Carabinieri della locale Compagnia in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per rapina impropria aggravata in concorso. Il 12 settembre scorso, vero le 16.30, due individui erano stati colti, con le mani nel sacco, dal proprietario di un appartamento in Corso Umberto, mentre dopo aver arraffato diversi oggetti preziosi e denaro contante, si stavano dando alla fuga. Vistisi scoperti, i due malfattori non avevano esitato a spintonare il malcapitato proprietario, procurandogli un vistoso ematoma sulla mano. L’uomo, aveva fatto ritorno a casa, poiché allarmato dalla moglie che, dopo aver parcheggiato la propria autovettura nei pressi della Fiera del Levante, a Bari, nel riprendere il mezzo, alle ore 15.30 precedenti, si era avveduta che ignoti, dopo aver forzato lo sportello, le avevano sottratto, dal vano cruscotto, il mazzo di chiavi della propria abitazione a Molfetta. La giusta intuizione della donna consentiva al marito di cogliere sul fatto i due topi di appartamento i quali, datisi alla fuga, venivano immortalati, più volte, dalle telecamere a circuito chiuso, sia private che Comunali, presenti sul posto. L’estrapolazione delle immagini utili e le ricerche volte all’identificazione dei malfattori da parte dei militari della Compagnia di Molfetta, consentivano di giungere all’identificazione dei responsabili e di ricostruire l’intera vicenda, fornendo alla Procura della Repubblica di Bari, che ha coordinato le indagini, un quadro indiziario sufficienti ad attribuire ai due baresi le loro responsabilità in ordine al reato di rapina impropria aggravata. Tali risultanze venivano, infatti, condivise dal Gip del locale Tribunale, il quale emetteva l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, prontamente eseguita dai militari operanti. I due si trovano ora ristretti presso la Casa Circondariale di Bari. 

Arrestato dai CC. minorenne a Turi per furto. (foto cc.) ndr.
TURI (BA). RUBANO L’APE PIAGGIO. ARRESTATO UNO DEGLI AUTORI

Ieri mattina i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Gioia del Colle hanno arrestato, a Turi, un minorenne incensurato – originario di Casamassima, che poco prima aveva asportato un mezzo Ape Piaggio di proprietà di un bracciante agricolo del luogo, parcheggiato sulla pubblica via. I rumori provocati da quattro malviventi, intenti nel forzare la portiera del veicolo, hanno insospettito i vicini di casa del bracciante agricolo, i quali hanno immediatamente allertato un operatore della Vigilanza di Turi, il quale - a sua volta - ha chiesto l’intervento dei Carabinieri telefonando al 112. Sul posto è intervenuta subito una Gazzella dei Carabinieri che percorrendo, in senso contrario, la la S.P. 65 “Conversano- Casamassima”, strada utilizzata per la fuga, ha intravisto a distanza i malfattori. Quest’ultimi, vistisi scoperti, hanno abbandonato il mezzo lungo una strada sterrata dileguandosi a piedi per i campi. Ne è nato un breve inseguimento al termine del quale uno dei ladri è stato raggiunto, bloccato e arrestato. Lo stesso nel giubbotto custodiva ancora lo scalpello in acciaio utilizzato per forzare la portiera del mezzo rubato. I restanti tre ladri, approfittando anche dell’oscurità, sono riusciti a far perdere le loro tracce. Il mezzo recuperato è stato restituito al legittimo proprietario prima che quest’ultimo si potesse accorgere del furto, mentre il minore, poco più che quindicenne – incensurato, su disposizioni della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni è stato associato presso l’Istituto Fornelli di Bari. Continuano da parte dei Carabinieri le indagini volte ad identificare i complici che sono riusciti a dileguarsi.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento