Ultim'Ora

DI TUTTO UN PO' - Sri Lanka, paradiso o inferno?

Di Tutto un Pò. (foto web) ndr.

di Nino Lastilla

BARI, 23 APR. - Incredibilmente lo Sri Lanka è stato definito meta turistica raccomandata in USA perché posto più sicuro dell’Europa. Eppure all’ONU i cingalesi avevano denunciato 77 attacchi terroristici degli estremisti buddisti contro la minoranza musulmana. Ieri decine di morti e centinaia di feriti per attacchi contro i cristiani per cui sono stati arrestati estremisti musulmani. L’odio fra le Tigri Tamil ed i cingalesi non è sopito nemmeno dopo la sconfitta militare delle Tigri. Il Paese è una polveriera etnica e religiosa e le agenzie turistiche americane la pubblicizzano sulla scorta anche di dichiarazioni ottimistiche del governo Trump. Tre giorni fa allarme dell’intelligence cingalese sulla preparazione di attentati non raccolta ne’ gestita dalla polizia. Ringraziamo il Cielo faccia per terra per vivere in un Paese con una intelligence efficientissima ed una polizia di altissimo livello. Ora Trump dichiara di voler aiutare lo Sri Lanka. Mah... chissà come. Non capisco però questo meccanismo. I buddisti attaccano la minoranza musulmana che se la prende con la ancor più esigua minoranza cristiana? Tipo... gire e gire u cetrone va sembe ‘ngule all’ortolane... oppure lo Sri Lanka è al centro di interessi strategici nell’area che ci sfuggono?



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento