Ultim'Ora

“Moro Vive” e "Moro martire Laico", le iniziative del Consiglio Regionale della Puglia che avvicina i giovani delle scuole superiori pugliesi sulla conoscenza di Aldo Moro

Aldo Moro (foto web) ndr.
di Redazione

BARI, 03 APR. (Com. St.)
- Settimana intensa sarà quella di chi nelle scuole superiori pugliesi porterà a consocenza il pensiero, il ruolo e la figura del grande statista Aldo Moro.
In programma vi sono alcuni appuntamenti da non perdere, che educano e soprattuto fanno conoscere chi è stato Aldo Moro. Non solo politico e statista, non solo quell'uomo che fu rapito e trucidato dalle Brigate Rosse, e non solo, bensì un apdre di famiglia, un professore universitario, un uomo semplice che stava davvero cambiando l'Italia e la geopolitica europea.

Primo appuntamento di questa settima è giovedì 4 aprile 2019, ore 10.00, nell’Istituto “N. Garrone” di Barletta (BAT). A seguire venerdì 5 aprile 2019, alle ore 19.30, presso il Circolo Unione del comune di Lucera (FG). Mentre domenica 7 aprile 2019, alle ore 18.00, l'iniziativa si svolgerà presso la sede di una concessionaria automobilistica in via Fogazzaro nel comune di Monopoli (BA).

"Moro Vive" è un'iniziativa che consiste nel racconto della vicenda umana, professionale, politica e drammatica di Aldo Moro con particolare attenzione al ruolo avuto da Moro alla Costituente, da Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e da Presidente del Consiglio dei Ministri. Si tratta di raccontare la persona e di far conoscere ai giovani studenti la storia d’Italia ancora non scritta nei libri di testo che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona. La Costituzione Italiana, fortemente voluta da Aldo Moro, si basa sulla centralità della persona e sui diritti che sono riconosciuti dallo Stato e non più concessi, come nello Statuto Albertino.Analogamente l’immagine di Aldo Moro nella Renault rossa, depositata in via Caetani, a Roma, non rende omaggio all’intera vita di Moro che non può esser ridotto ad un corpo inerme e martoriato.
Interverrà il dirigente scolastico. La relazione è curata dall’ex componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul Caso Moro che risponderà anche alle domande degli studenti.

"Moro: martire Laico” è attuato dal Consiglio regionale della Puglia, d’intesa con l’ANCI Puglia, rivolto ai Comuni, alle Biblioteche ed Associazioni Culturali del territorio pugliese, al fine di mantenere viva la memoria e diffondere il pensiero del pugliese Aldo Moro: Costituente dal 1946 al 1948, Deputato dal 1948 al 1978, Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e Presidente del Consiglio, vittima del terrorismo.
Il progetto ha come finalità la riattualizzazione del pensiero di Aldo Moro e racconta l’intera vicenda umana, professionale, politica e drammatica dello statista pugliese sin dal 3 novembre 1941, quando Moro tiene la prima lezione universitaria a Bari, fino ai risultati della Commissione d’inchiesta Moro-2 che tracciano un quadro più chiaro dell’intera storia d’Italia.
Aprirà la manifestazione il Presidente Lions Club di Lucera Gerardo Roggia, porterà i saluti il Governatore del Distretto Lions 108Ab Puglia. La relazione sarà curata dall’ex componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul Caso Moro.
Gli incontri sono aperti al pubblico.

“Moro vive” è il progetto dedicato dall’Assemblea legislativa pugliese ad Aldo Moro, a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, unitamente ai progetti “Moro: martire Laico”, “Moro: educatore”, “Moro: professore”.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento