Ultim'Ora

Bisceglie (Bat). Bici elettriche: obbligatori targa, casco e assicurazione

Bici elettriche: obbligo targa, casco e assicurazione (foto web) ndr.
“Presentato disegno di legge”


di Nicola Losapio

BISCEGLIE (BT), 16 MAG. - A Bisceglie c’è un’invasione così come in tutte le città italiane, sono tante, veloci e pericolose. L’utilizzo è talvolta scriteriato non privo di rischi; sfrecciano silenziose e talvolta non rispettano semafori, segnali stradali e pedoni e la convivenza diventa sempre più difficile. In senato è in discussione il nuovo disegno di legge presentato dal senatore Andrea De Bertoldi di Fratelli d’Italia. Il ddl punta a rendere obbligatorio l’uso del casco, l’applicazione di una targa di immatricolazione posteriore, un contrassegno identificativo ad hoc da apporre anche ai lati del telaio e l’obbligo di un’assicurazione per la responsabilità civile. Nel disegno di legge c’è anche il divieto di circolare contromano nei centri abitati. Ovviamente non tutti hanno accolto con gioia questa notizia di una probabile fiscalizzazione di un mezzo semplice come la bici, soprattutto chi per motivi di età anagrafica o economici non ha altri mezzi per muoversi se non la bici.

Il Senatore De Bertoldi ha motivato così il suo disegno di legge: “Il provvedimento si riferisce esclusivamente alle bici elettriche, che essendo assimilabili a un motorino hanno una maggiore pericolosità. Non fanno rumore e hanno una velocità più consistente rispetto alle classiche biciclette. É necessario regolamentare la circolazione delle biciclette e la condotta dei loro conducenti, troppo spesso protagonisti di atteggiamenti irrispettosi della legge in tema di circolazione stradale. Spesso gli automobilisti investono ciclisti che imboccano le strade contromano e si trovano automaticamente senza patente se la prognosi del ferito supera un certo numero di giorni. Un altro aspetto non trascurabile è quando con la bicicletta sprovvista di una copertura per la responsabilità civile si investe qualcuno e si rischia di mangiarsi anche la casa per pagare i danni, per cui un minimo di regolamentazione è urgente e necessaria nell’interesse di tutti. Che dire, che ben venga una regolamentazione per la sicurezza, purché non si trovi il modo di soffocare anche uno dei pochi simboli di libertà rimasti con la solita stretta di tasse e imposte.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento