Ultim'Ora

DI TUTTO UN PO' - Colesterolo e terrapiattisti

Colesterolo e terrapiattisti (foto web) ndr.

di Nino Lastilla

BARI, 16 MAG. - Il colesterolo è un marker del complottismo. Ognuno si autoassolve per i suoi peccatucci ma il rischio è di affidarsi alle fake news. Ci sono persone col colesterolo alto perché mangiano troppo e male, ma altri lo hanno alto per un disturbo congenito ereditario e che dalla dieta non possono ottenere una riduzione significativa del livello ematico. Per questo ci sono le statine. Poi ci sono altri che hanno avuto un infarto del miocardio o un ictus ischemIco per i quali il colesterolo va tenuto comunque più basso con le statine anche se i suoi valori non superano i 200. Se però io ho avuto un infarto, riprendo molto peso, ricomincio a fumare e prendo le statine commetto un errore. In più può capitare che io legga un fake secondo il quale i valori utili del tasso di colesterolo sono decisi da Bigpharma che ovviamente corrompe tutti i medici del mondo. Per questo mi auto assolvo perche questa notizia è di irresistibile interesse. Le fake news sono efficaci perché ognuno di noi cerca di autoassolversi. Mangioni, beoni e fumatori. Da questo atteggiamento si passa facilmente a temere i vaccini, a credere che l’Europa unita sia stata decisa da Bilderberg e Trilateral, e magari che la Terra sia piatta. Intanto i complottisti guadagnano milioni di dollari su YouTube. Buon appetito.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento