Ultim'Ora

Di TUTTO UN PO' - Al Duke di Bari con il trio delle meraviglie un tuffo nella storia della musica

Mariangela Cagnetta. (foto com.) ndr.

di Nino Lastilla

BARI, 17 OTT. - Mariangela Cagnetta: voce. Viz Maurogiovanni: basso. Pierluigi Villani: batteria. Due settimane fa al Duke Jazz Club un trio eccezionale. Il Caso non esiste è la suprema sintesi della musica percepita ed introiettata in questa meravigliosa serata. La tecnica strumentale e vocale perfetta di questi grandissimi artisti messa al servizio di un progetto nuovissimo. L’impressione è di ascoltare jazz raffinatissimo ma penetrante al limite del pervasivo con recupero di sonorità antichissime. L’ultramoderno sperimenta e ritrova ritmi ed espressioni vicine e coeve del teatro greco classico. La voce ed i suoni fanno salti impressionanti di 2500 anni in una battuta di rullante o di un Mi maggiore del basso seguite da una voce dal timbro unico e indescrivibile anche da chi usa bene gli aggettivi. La cantante mi ha sbattuto in faccia la sua ricerca interiore che unica può portare a questi risultati di una efficacia preoccupante. E-motion il titolo del disco, ma questa parola racconta il minimo di questo concerto strabiliante. Chapeau.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento