Ultim'Ora

SATIRA E NON SOLO - Cosa ci aspetta a breve

SATIRA E NON SOLO (foto com.) ndr.

di Giuseppe Femiano

BARI, 1 OTT. - Il nostro amato governo si prepara a tassare ulteriormente le merendine (anche i bambini sono sotto schiaffo), i bancomat, i conti on line, le carte di credito, le carte pay, etc. I preferiti tassabili sono i lavoratori a reddito fisso, i pensionati, i non evasori cioè sempre i soliti. Totò diceva “e io pago”, una volta si diceva paga Pantalone, ora nemmeno si può dire paga mutandone perché ci hanno tolto pure le brache. Questa storia di estorsione da parte dello stato continua da oltre 70 anni vi ricordate ad esempio Andreotti, ogni volta che andava al governo aumentavano le tasse, cambiano i governi ma la musica è sempre la stessa. Giuliano Amato dalla sera alla mattina fece un prelievo forzoso dai conto correnti, poverino oggi sopravvive con vitalizio parlamentare, pensione Inps, indennità di governo per totale lordo mensile: di € 64.528.686. La verità è che in Italia bisogna essere grandi privilegiati o meglio grandi evasori perché se scoperti ci si accorda col fisco pagando semplicemente, se va male, un settimo dell’evaso magari a rate senza alcun interesse aggiuntivo sanando ogni cosa e diventando dalla sera alla mattina cittadini modello almeno sino alla prossima volta. Ricordando l’imperatore Vespasiano che diceva “Pecunia non olet” ai nostri governanti suggerirei di tassare la carta igienica, perché in questo caso gli incassi risanerebbero certamente il debito pubblico dato l’alto numero di sederi a disposizione e l’abbondanza della materia prima.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento