Ultim'Ora

SATIRA E NON SOLO - San Sabino e San Nicola aiutatemi voi

di Giuseppe Femiano

BARI, 14 MAR. - Oggi passando per caso vicino all’officina del sa

Cibo pugliese. (foto web) ndr.
ggio meccanico Peppuccio Landriscina, avendolo visto faticare su una macchina, lo ho avvicinato. Mi ha spinto a farlo l’arrovello di questi giorni passati a cercare un antidoto al coronavirus e il desiderio di sentire dalla notoria saggezza popolare del Peppuccio qualcosa in merito. Non nego che mi sono presentato a nome di un comune amico, Mimmo Loperfido nostro direttore esimio, a cui chiedo scusa per non averlo interpellato poichè sono stato preso dal momento favorevole. Chiesto come fare per proteggersi dal coronavirus ha detto: dottore è inutile scomodare per così poco S. Sabino o addirittura S. Nicola e qui la sua saggezza popolare è venuta fuori. Dottore cosa mangiate a Bari e in Puglia? Dicendomi “altro che anticorpi” mi ha fatto un lungo elenco di cibi, piatti cucinati, vino e quant’altro e poi ha continuato con un “usateli sono un toccasana risuscitano anche i morti”. Sorridendo “con un dottore scusatemi, ma ho molto da fare su questa macchina”, mi ha lasciato riprendendo il suo lavoro. Non ricordo tutto l’elenco degli anticorpi suggeriti da Peppuccio Landriscina, ma ne metterò in visione alcuni e mi raccomando approfittatene in questo periodo cruciale e se vorrete anche dopo perché come ha detto il saggio Peppuccio risuscitano anche i morti. Per i vini un Primitivo o un Negramaro rigorosamente pugliesi e se siete delicati o preferite un bel rosato fresco di Minervino Murge non guasta. Vi lascio precipitosamente perché queste visioni mi hanno sollecitato e quindi ho bisogno urgente di anticorpi per proteggermi comunque fatemi sapere se il consiglio di Peppino Landriscina vi è stato di giovamento.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento