Ultim'Ora

Firenze. Riapre il Castello e suoi “Giardini della Bizzarria” della Villa Medicea. Il 12 giugno visite e percorsi narrativi

Firenze - Giardino della Villa medicea di Castello - (foto Firenze Musei) ndr.
di Redazione

FIRENZE, 10 GIU. (Com. St.) -  Da venerdì 12 giugno la Direzione regionale musei della Toscana del Mibact riapre in successione la Villa medicea di Cerreto Guidi e il suo giardino e i Giardini della Villa medicea di Castello e della Villa medicea di Petraia.

Ingresso gratuito esclusivamente su prenotazione per le visite e i percorsi narrativi “I giardini della bizzarria” realizzati con il sostegno di Unicoop Firenze e in collaborazione con Stazione Utopia.

La Direzione regionale musei della Toscana del Mibact prosegue il piano di riapertura graduale dei suoi 49 musei e luoghi della cultura con tre delle prestigiose Ville medicee patrimonio Unesco del sito seriale Ville e giardini medicei in Toscana. A partire da venerdì 12 giugno Il Giardino e la Villa medicea di Cerreto Guidi e i Giardini della Villa medicea di Castello e della Villa medicea di Petraia accoglieranno nuovamente grandi e piccoli nei loro meravigliosi, ampi e ariosi spazi proprio all’inizio dell’estate, nel periodo di maggior rigoglio delle straordinarie varietà botaniche delle collezioni medicee.

La riapertura rispetta tutte le norme di sicurezza previste per i visitatori, il personale, gli ambienti e le opere, in linea con le indicazioni del Comitato tecnico scientifico nazionale e con le indicazioni operative fornite dalla Direzione Generale Musei del Mibact.

Le ville saranno sempre a ingresso gratuito ed esclusivamente su prenotazione, con un ricco e articolato calendario di  visite e percorsi narrativi dal titolo “I giardini della bizzarria” realizzato col sostegno di Unicoop Firenze e in collaborazione con Stazione Utopia.  Il direttore e i curatori delle ville, lo staff, insieme a guide e specialisti, presenteranno percorsi narrativi e sensoriali per i più piccoli e visite tematiche dedicate ai giardini fra storia, arte, architettura, paesaggio e botanica. Le visite guidate, su richiesta, potranno essere anche nella lingua dei Segni Italiana.

“Il progetto di riapertura vuole favorire una nuova modalità di visita lenta – afferma Stefano Casciu, Direttore regionale musei della Toscana -  per restituire in sicurezza al pubblico e ai cittadini questi meravigliosi spazi di bellezza. Siamo convinti che la scommessa sia ripartire dal  turismo di prossimità, che è lo scenario che si delinea per l’estate che viene, e che può essere oggi la prima visione strategica per la valorizzazione dei beni culturali e del territorio”.

Questa prima iniziativa anticipa la più ampia e regolare riapertura che sarà realizzata a partire dal mese di luglio.
I giardini medicei rappresentano un vero e proprio microcosmo attorno a cui ruotava la vita di corte. In questi luoghi i Medici prima, i Lorena e i Savoia poi si dedicarono alle proprie passioni: l’arte e il mecenatismo, la vita nella natura e la caccia,  la convivialità e le arti decorative, ma non solo. I giardini furono anche luoghi di sperimentazioni botaniche, alcune delle quali tuttora conservate nel Giardino della Villa di Castello, come la celebre bizzarria, una varietà di agrume che risale al XVII secolo, incrocio tra arancio amaro, limone e cedro.

Le prenotazioni sono già attive con link eventbrite sul sito della Direzione regionale musei della Toscana www.polomusealetoscana.beniculturali.it e di Stazione Utopia www.stazioneutopia.com/giardinidellabizzarria

I giardini della bizzarria
Dal 12 Giugno al 5 luglio 2020
Villa medicea di Cerreto Guidi e giardino

Via Dei Ponti Medicei 7, Cerreto Guidi  (FI)

VISITE ALLA VILLA E AL MUSEO STORICO DELLA CACCIA E DEL TERRITORIO

Dal 12 giugno al 5 luglio, tutti i venerdì, sabato, domenica
ore 10.00 - 11.00 - 12.00 - 14.00 - 15.00 – 16.00 > 40 min
per piccoli gruppi max 6 persone

VISITE NARRATE
Sabato 13 giugno, 20 giugno, 27 giugno, 4 luglio h. 16.00 - durata 40 min.

Giardino della villa medicea di Castello

Via Di Castello 44, Firenze

VISITE AL GIARDINO DELLA VILLA MEDICEA DI CASTELLO
Sabato 13 giugno, 20 giugno, 27 giugno, 4 luglio
ore 9.30 - 11.00 - 15.30 - 17.00 - durata 1h e 15 min

VISITE NARRATE – BAMBINI DAI 6 AI 10 ANNI
Sabato 13 giugno, 20 giugno, 27 giugno, 4 luglio h. 11.30 - durata 40 min.
Giardino della villa medicea di Petraia

Via Della Petraia 40, Firenze

VISITE AL GIARDINO DELLA VILLA MEDICEA DI PETRAIA
Domenica 14 giugno, 21 giugno, 28 giugno, 5 luglio
ore 9.30 - 15.30 - 17.00 - durata 1h e 15 min.

VISITE NARRATE - BAMBINI DAI 3 AI 6 ANNI

Domenica 14 giugno, 21 giugno, 28 giugno, 5 luglio h. 11.30 - durata 40 min

I dettagli
I giardini medicei rappresentano un vero e proprio microcosmo attorno a cui ruotava la vita di corte. In questi luoghi i Medici prima, i Lorena e i Savoia poi si dedicarono alle proprie passioni: l’arte e il mecenatismo, la vita nella natura e la caccia,  la convivialità e le arti decorative, ma non solo. I giardini furono anche luoghi di sperimentazioni botaniche, alcune delle quali tuttora conservate nel Giardino della Villa di Castello, come la celebre bizzarria, una varietà di agrume che risale al XVII secolo, incrocio tra arancio amaro, limone e cedro.

Le Ville e i Giardini medicei di Cerreto Guidi, Petraia e Castello insieme a Stazione Utopia e con il sostegno di Unicoop Firenze propongono, in occasione della riapertura, una serie di visite tematiche con la collaborazione dei curatori delle Ville, percorsi narrativi e sensoriali per i più piccoli e visite guidate dedicate ai Giardini fra storia, arte, architettura, paesaggio e botanica.

Villa medicea di Cerreto Guidi (foto Musei Firenze) ndr.
Il Programma

Giardino e Villa medicea di Cerreto Guidi
Via dei Ponti Medicei, 7, Cerreto Guidi

VISITE GUIDATE a cura del personale della Villa medicea

Da venerdì 12 giugno a domenica 5 luglio, tutti i venerdì, sabato e domenica
ore 10.00 - 11.00 - 12.00 - 14.00 - 15.00 – 16.00 - durata 40 min.
Visita guidata alla Villa medicea di Cerreto Guidi
La Villa, edificata su disposizione del duca Cosimo I dei Medici, fu dimora della corte e per molti anni fu protagonista di frequenti e magnifiche cacce. Nel percorso accompagnato dal personale del museo potrete ammirare un cospicuo e significativo nucleo di ritratti medicei provenienti dalle collezioni granducali, arazzi provenienti dalla manifattura medicea integrati con una splendida selezione delle opere della Eredità di Stefano  Bardini, comprendente dipinti su tavola e su tela, cassoni intarsiati e dipinti, stipi, sculture in marmo e terracotta, maioliche, manufatti in pietre dure, che ben evocano il gusto sofisticato e multiforme delle raccolte medicee.

VISITE NARRATE
Sabato 13 giugno, 20 giugno, 27 giugno, 4 luglio h. 16.00 - durata 40 min.
Racconti sotto il glicine
a cura di Silvia Matteuzzi, Villa medicea di Cerreto Guidi
dai 3 anni in su

Nella Villa medicea di Cerreto Guidi soffia un vento di magia che trasporterà i nostri piccoli visitatori nel mondo incantato di Anacleto, il folletto dispettoso del bosco dei Citrulli che non sapeva cosa fosse un museo e che adesso vive sotto il secolare glicine del nostro giardino. Una guida speciale ci condurrà alla scoperta delle opere contenute nel museo: il folletto divenuto amico dell’arte. Storie che vengono da molto lontano dove realtà e fantasia si incontrano.

VISITE TEMATICHE con gli amici della Villa medicea di Cerreto Guidi
Venerdì 19 giugno e 3 luglio h. 11.00 - durata 60 min.*
Dal giardino mediceo al giardino romantico
a cura di Paolo Tinghi, Associazione amici della Villa medicea di Cerreto Guidi

Quando si pensa alla conservazione dei patrimoni storici, artistici e culturali in genere si pensa sempre ad oggetti ben definiti in grado di poter conservare le loro caratteristiche nel tempo, ci sono però dei patrimoni culturali che, per loro natura, sono legati ad un ciclo temporale proprio come i giardini. Alla villa medicea di Cerreto Guidi è collegato un piccolo giardino che è sempre stato una sua pertinenza, ma che oggi, non appare tipologicamente congruente con le caratteristiche della villa stessa, la conformazione e l’impianto attuale sono infatti il risultato complessivo di diversi interventi nel corso del tempo dai successivi proprietari.
*la visita sostituisce la visita guidata prevista alla stessa ora

VISITE TEMATICHE a cura del personale della Villa medicea

Sabato 13, 20, 27 giugno, 4 luglio h. 11.00 - durata 40 min.*
La vocazione di una villa
a cura di Silvia Matteuzzi, Villa medicea di Cerreto Guidi

La Villa medicea di Cerreto Guidi residenza di caccia di Cosimo I dei Medici, dimora prediletta anche di sua figlia Isabella, luogo di villeggiatura e svago per la famiglia granducale, dove dilettarsi nella loro più grande passione: la caccia. L’attività venatoria era considerata un evento importante, che rappresentava ed esaltava lo splendore della corte e la grandezza del principe, tanto da avere un proprio cerimoniale a cui tutti si attenevano. Un percorso tra tradizioni venatorie e armi che sono vere e proprie opere dell’ingegno umano.
*la visita sostituisce la visita guidata prevista alla stessa ora

VISITE TEMATICHE a cura del personale della Villa medicea

Venerdì 26 giugno, h. 11.00 e 15.00 - durata 40 min.*
Andiamo a villeggiare!
h. 11.00 a cura di Giulia Coco, curatrice delle collezioni
h. 15.00 a cura di Marco Mozzo, direttore della Villa medicea di Cerreto Guidi

Un percorso nei secoli attraverso le collezioni della Villa medicea alla riscoperta di un saper vivere di cui le famiglie aristocratiche di un tempo si facevano interpreti con i loro stili di vita e le loro abitudini. Quando la villeggiatura era un modo per fuggire dalla routine quotidiana, un’oasi di libertà dalla vita frenetica e dalle costrizioni, occasione di riposo e di divertimento da trascorrere all’aperto con giochi e svaghi, ma anche dedizione alla campagna.
*la visita sostituisce la visita guidata prevista alla stessa ora

Giardino della Villa medicea di Castello
Via di Castello 44, Località Castello, Firenze.

VISITE GUIDATE

Sabato 13 giugno, 20 giugno, 27 giugno, 4 luglio
ore 9.30 - 11.00 - 15.30 - 17.00 - durata 1h e 15 min.
Visita guidata al Giardino della Villa medicea di Castello
a cura di Marta Baglivo e Eugenia Serafini, storiche dell’arte

La visita metterà in risalto l’evoluzione storica del giardino mediceo, a partire dal progetto cinquecentesco del Tribolo fino alle trasformazioni lorenesi e sabaude. Ammireremo le fontane e le statue rinascimentali per comprendere il complesso programma simbolico voluto da Cosimo I. Osserveremo da vicino l’ampia varietà di agrumi, piante rare e cipressi secolari ancora conservate integralmente. Infine entreremo nell’emblematica Grotta degli Animali, da poco aperta al pubblico dopo un accurato restauro.

Villa medicea della Petraia (foto Musei Firenze) ndr.
VISITE TEMATICHE con i curatori delle Ville*
Sabato 13 e 27 giugno h. 11.00 - durata 1h e 15min.
Lo zoo di pietra: la Grotta degli animali e il suo giardino
a cura di Marco Mozzo, direttore del Giardino della Villa di Castello

Sintesi perfetta di arte e tecnologia, tra i primi esempi storici di grotta artificiale, la "Grotta degli animali" o del Diluvio costituisce una delle testimonianze artistiche principali del Giardino della Villa di Castello. Voluta da Cosimo I de' Medici per il divertimento della corte, progettata dall'architetto e scultore Niccolò Pericoli detto il Tribolo, insieme ad altri artisti che vi hanno lavorato nel corso della prima e della seconda metà del Cinquecento, ha nel corso dei secoli alimentato l'immaginario di artisti, viaggiatori e  letterati a partire da Giorgio Vasari che ha preso parte alla sua realizzazione. La visita guidata intende ripercorrere la storia di questo teatro delle acque per rivelarne i suoi segreti e raccontare il suo ruolo all'interno del Giardino della Villa di Castello.
*la visita sostituisce la visita guidata prevista alla stessa ora

VISITE NARRATE
Sabato 13 giugno, 20 giugno, 27 giugno, 4 luglio h. 11.30 - durata 40 min.
La scimmia e il segreto delle mescolanze
a cura di Sara Aurigi, educatrice
dai 6 - 10 anni

Guidati dagli animali della Grotta che dall’epoca di Cosimo I prendono vita di notte e animano il giardino, i bambini scoprono i segreti della botanica, le curiosità sui frutti e i fiori, le storie dei giardinieri. Attraverso attività di osservazione e deduzione, i partecipanti risolveranno gli indovinelli della scimmia Bizz che in cambio, racconto dopo racconto, regalerà loro i semi della conoscenza.

Giardino della Villa medicea di Petraia
Via della Petraia 40, Firenze

VISITE GUIDATE
Domenica 14 giugno, 21 giugno, 28 giugno, 5 luglio
ore 9.30 - 15.30 - 17.00 - durata 1h e 15 min.
Visita guidata al Giardino della Villa medicea di Petraia
a cura di Marta Baglivo e Eugenia Serafini, storiche dell’arte

La visita si svilupperà esclusivamente all’interno del giardino rinascimentale della villa medicea di Petraia. Andremo alla scoperta dell’evoluzione storica del giardino, a partire dal progetto mediceo voluto da Ferdinando I de’ Medici fino alle trasformazioni sabaude. Ammireremo insieme i giardini dei semplici, dove venivano coltivate le piante officinali, le coltivazioni di piante nane, gli agrumi e le infinite varietà naturali che offre il giardino.

VISITE TEMATICHE con i curatori delle Ville
Domenica 14 e 28 giugno h. 11.00 - durata 1h e 15 min.
Le piante ornamentali nei giardini storici
a cura di Andrea Bellandi, responsabile del parco e del giardino della Villa medicea della Petraia
Dall'arte topiaria ai giardini segreti con i preziosi bulbi, la presenza delle piante da ornamento deve rifuggire dall’errore comune di pensare che i giardini del passato ne fossero privi. Coltivati all'interno dei parterre i fiori venivano utilizzati come decorazione sia come materiale officinale per le cucine e i medicamenti.

VISITE TEMATICHE con i curatori delle Ville
Domenica 21 giugno e 5 luglio h. 11.00 - durata 1h e 15min.
Un giardino da re. Il Belvedere e gli spazi di Villa La Petraia nell'Ottocento
a cura di Giulia Coco, curatrice Villa medicea La Petraia

Diventato re d’Italia, nel 1861, Vittorio Emanuele II acquisì Villa La Petraia, che modificò parzialmente trasformando una parte del giardino in una specie di spazio ornitologico abbellito da un delizioso Belvedere. La visita farà conoscere, attraverso racconti, curiosità e testimonianze pittoriche, il giardino ottocentesco con la possibilità unica di accedere al Belvedere, di solito chiuso al pubblico.

VISITE NARRATE
Domenica 14 giugno, 21 giugno, 28 giugno, 5 luglio h. 11.30 - durata 40 min.
In viaggio con Bombo tra suoni e profumi
a cura di Sara Aurigi, educatrice
dai 3 ai 6 anni

Percorso sensoriale in più tappe in cui un piccolo Bombo accompagnerà i bambini alla scoperta dei misteri del giardino della villa di Petraia. Attraverso attività sensoriali, i giovani visitatori faranno un viaggio nel tempo che li condurrà tra i suoni e i profumi dell’epoca in cui Vittorio Emanuele e la Bella Rosina abitavano la villa.

*****
Informazioni generali
-    Per tutte le iniziative è prevista la prenotazione obbligatoria tramite il sito www.stazioneutopia.com
-    Le iniziative sono gratuite e soggette a disponibilità di posti limitati.
-    Per il Giardino di Petraia e per il Giardino di Castello il punto di partenza è davanti all'ingresso della Villa.
-    Per la Villa di Cerreto Guidi il punto di partenza è davanti al cancello d’ingresso.
-    Si prega di arrivare con 15 minuti di anticipo rispetto all'orario definito, così da poter ottimizzare il tempo a disposizione.
-    Le visite non sono accessibili a persone con difficoltà motorie o problemi cardiaci.
-    Per le visite narrate è richiesta la presenza di un accompagnatore
-    Su richiesta di gruppi (max 15 persone) è possibile attivare le visite guidate nella Lingua dei Segni Italiana (per la prenotazione scrivere alla mail edu@stazioneutopia.com)

Regole di comportamento
-    Per i visitatori sussiste l’obbligo di seguire le indicazioni fornite dal personale di vigilanza e di attenersi alle seguenti disposizioni di sicurezza, tra cui:
•    accesso con obbligo di mascherina;
•    igienizzazione delle mani;
•    mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 1,5 mt.
-    Si ricorda ai visitatori che, per motivi di sicurezza, completata la visita non sarà possibile rimanere all’interno del giardino.

info:
MIBACT - Direzione regionale musei della Toscana
Ufficio Promozione e comunicazione
www.polomusealetoscana.beniculturali.it



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento