Ultim'Ora

BARI. Arresto di 21enne per detenzione di cocaina [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 25 MAR. (COMUNICATO STAMPA) - Continuano senza sosta i servizi di prevenzione e repressione, disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Bari, contro il traffico di sostanze stupefacenti. I Carabinieri della Stazione di Bari Japigia, la scorsa mattina, hanno tratto in arresto una 21enne triggianese, incensurata, sorpresa in compagnia di un 24enne barese del quartiere Japigia. La coppia, appartatasi in auto nei pressi di un supermercato di via Toscanini, ha insospettito la pattuglia della Stazione Carabinieri che ha deciso di sottoporre a controllo i due giovani. All’atto del controllo, la ragazza ha consegnato spontaneamente una busta, che occultava all’interno di una scarpa, contenente 11 dosi di cocaina, sottoposte a sequestro. Il compagno, deferito contestualmente per detenzione di droga ai fini di spaccio in concorso, custodiva invece la “cassa” consistente in 60 €, sottoposti anch’essi a sequestro. Entrambi, inoltre, sono stati sanzionati per violazione della normativa emergenziale anti Covid – 19. La 21enne, al termine delle formalità di rito, è stato ristretta agli arresti domiciliari, mentre la sostanza stupefacente, all’esito delle analisi di laboratorio, verrà depositata presso l’ufficio corpi di reato del Tribunale di Bari. 

Controlli anti-covid dei CC. a Ruvo. (foto cc.) ndr.

RUVO DI PUGLIA (BA): CONTROLLI ANTI-ASSEMBRAMENTI IN CITTÀ DEI CARABINIERI
 

I Carabinieri della stazione Carabinieri di Ruvo di Puglia, nell’ambito di servizi mirati al rispetto delle norme in materia contenimento diffusione epidemiologica Covid-19, negli ultimi giorni hanno elevato oltre 20 sanzioni amministrative. L’attività di controllo ha riguardato singoli cittadini, attività commerciali e locali privati, utilizzati come luogo di ritrovo da parte dei giovani. E sono proprio i giovanissimi, che sono stati protagonisti di uno degli ultimi controlli effettuati. Nella serata di martedì infatti i carabinieri di Ruvo di Puglia hanno sorpreso all’interno di un monolocale sette ragazzi tutti minorenni ed uno appena maggiorenne, che si erano riuniti per giocare con la playstation. I giovani, alla presenza dei genitori immediatamente contattati, sono stati tutti sanzionati per il mancato rispetto del D.P.C.M. in atto. Quella della sera scorsa è una scena già vista dai militari dell’Arma, piccoli circoli e luoghi di ritrovo, troppo spesso utilizzati da giovani incoscienti non curanti dell’emergenza sanitaria, che se da un lato li costringe alla didattica a distanza, non gli impedisce di incontrarsi liberamente per giocare con playstation, guardare partite di calcio o altro. L’attività dei militari, tuttavia, non si è limitata ai soli controlli volti al rispetto per le misure di contenimento della diffusione del virus, ma sono proseguite, incessantemente, anche sul fronte del controllo alla circolazione stradale per le vie cittadine. Sono state elevate, infatti, 12 infrazioni al codice della strada.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento